Atletico Vescovio-Cre.Cas. 3-0

Finiscono i sogni play-off per il Cre.Cas., al Futbol Campus: ottiene la permanenza in categoria un buon Atletico Vescovio

565
565

ATLETICO VESCOVIO – CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA 3 – 0

ATLETICO VESCOVIO Rossi, Scorta, Maestrelli (12’ st Della Palma), Masi, Morgavi, Basciani, Frasca, Zoppis, Rosati (22’ st Privitera), Di Marco, Amici (44’ pt Innocenti). A disp. Poggi, Valeri, Lorenzini, Bornigia. Allenatore: Giacomo Galli.

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA Zazzaro, Palmieri, Santi (17’ st Italiano), Hrustic, Calabresi, Corsi, Gatta (15’ st Congiu), Abbondanza, Pascu, Petroccia, Dominici (15’ st Petrangeli). A disp. Lucarelli, Mancini, Passiatore, Gallaccio. Allenatore: Enrico Baiocco.

ARBITRO: Sig. Virgilio di Trapani. ASSISTENTI: Sigg. Morlacchetti di Roma2 e Petrillo di Albano Laziale.

Reti: Rosati 11’ pt, Amici rig. 36’ pt, Di Marco 12’ st (AV).

Note: ammoniti Scorta, Maestrelli, Masi, Amici, Palmieri, Hrustic. Calci d’angolo: 3-5. Recupero: 1’ p.t., 2’ s.t.

Roma – I sogni di gloria del Cre.Cas. Città di Palombara si spengono in via del Baiardo: nella trentatreesima giornata, l’ultima per tenere acceso un barlume di speranza in ottica play-off, i calciatori sabini vengono messi k.o. dall’Atletico Vescovio, che conquista matematicamente la salvezza al primo anno di frequentazione del torneo d’Eccellenza.

I padroni di casa sono pericolosi già dopo 9’, quando Rosati intercetta un passaggio orizzontale di Calabresi per Corsi e apre verso Amici, il cui destro a giro lambisce la traversa. Trascorrono solo 2’ e Santi perde palla sulla corsia di destra permettendo a Frasca di giungere sul fondo e crossare verso il palo opposto, dove Rosati con una zampata batte Zazzaro, che non riesce a bloccare: 1 a 0.

Timida reazione degli ospiti al 23’ con la punizione di Petroccia e l’incornata di Calabresi: palla fuori. Petroccia si incarica di nuovo di un calcio piazzato dai 22 metri al 35’: il centrocampista indirizza la palla nell’angolino basso ma Rossi è bravo a deviare in calcio d’angolo. Dalla bandierina Petroccia mette un cross sul secondo palo per Pascu, il cui colpo di testa diventa quasi un assist per Calabresi, che non intercetta il pallone, spazzato via da Rosati.

Al 35’ Frasca recupera la sfera sulla tre-quarti grazie all’ennesimo errore dei rossoblù e serve in area Amici, che prova la conclusione: il direttore di gara vede un fallo di mano (apparso piuttosto dubbio) di Calabresi e assegna il penalty in favore dei giocatori locali. Amici parte dagli 11 metri e spiazza Zazzaro realizzando il gol del raddoppio.

È un Cre.Cas. irriconoscibile, non di certo quello ammirato per buona parte della stagione; al 7’ della ripresa l’undici palombarese rischia di accorciare le distanze. Angolo di Petroccia, spizzata di Calabresi respinta sui piedi di Gatta, che prova la rovesciata colpendo il montante alla sinistra di Rossi. Ma è troppo poco. Al 12’, infatti, il colpo del definitivo knock-out: Frasca approfitta di uno svarione di Santi e crossa in area, dove Palmieri allontana, ma a recuperare la sfera è Di Marco, che lascia partire il tiro infilando in rete il punto del tris.

Al 38’ attaccano i sabini con il filtrante di Hrustic per Pascu, che, a tu per tu con Rossi, ha la peggio. A nulla servono le timide incursioni finali della squadra di Baiocco, che, a due giornate dalla fine del campionato, consegna allo Sporting Città di Fiumicino le chiavi dei play-off. Stagione strepitosa, al di là di ogni ragionevole dubbio, per il Cre.Cas.: la formazione fiumicinese bissa quanto fatto la passata stagione, e tenta la carta degli spareggi di fine anno, per salire in D.

Veronica Casarin

In this article

Lascia un commento