Boreale-Real Monterotondo Scalo 1-4

332
332

BOREALE-REAL MONTEROTONDO SCALO 1-4

Boreale: Sinibaldi, Englaro, Fogli (51’Leonardi), Hrustic (86’De Cubellis), Roselli, Dovidio, Panella, Ferazzoli, Pagni, Petroccia (56’Mancini), Privitera. Panchina: Cerreti, Mileto, Campi, Teti. All. Radi.

Real Monterotondo Scalo: Tintori, Albanesi, Benda, Politanò, Marini (81’Cavuoto), Piras, Abbondanza (87’Palombi), Fiorucci, Baldassi, Nardecchia, Proietti (93’Palma). Panchina: Giordano, Magurno, Colombini, Gremoni. All.:Vincioni.

Arbitro: Giordani di Aprilia (7). Assistenti Arbitrali: Sigg. Conti di Roma2 e Pepe di Ciampino.

Reti: 32’Nardecchia, 40’Baldassi (RMS), 58’Pagni (B), 83’ e 92’Proietti (RMS).

Note: ammoniti Hrustic, Dovidio, Ferazzoli (B.), Albanesi (RMS). Calci d’angolo: 7-2 per la Boreale. Recupero: 4’30” s.t. Giornata di sole quasi estiva.

Prima vittoria esterna per il Real Monterotondo Scalo, che dilaga al “Don Orione” con la Boreale imponendosi per 4-1 dopo una gara molto combattuta, decisa nel finale dalla doppietta di Proietti.

Nella prima frazione le squadre si studiano lottando molto a centrocampo e non accade niente di rilevante fino al 24’quando i biancoviola vanno vicino al gol con Privitera, lanciato da Ferazzoli, ma il suo rasoterra trova pronto Pintori, che devìa in angolo alla sua destra. Gli ospiti reagiscono e passano in vantaggio al 32’: Fiorucci apre molto bene sulla destra per Baldassi che effettua un assist al bacio per Nardecchia: è lui, a infilare, sul filo del fuorigioco, la palla in porta sull’uscita di Sinibaldi. La squadra di Radi accusa il colpo. Al 39’ per poco i gialloblù non trovano il raddoppio: Benda verticalizza molto bene sulla destra per Nardecchia, che serve Baldassi, che trova pronto Sinibaldi. E’ il preludio al secondo gol, che arriva un minuto dopo: Fiorucci, tra i migliori in campo insieme a Proietti, Baldassi, Nardecchia e Benda, ruba palla sulla trequarti e serve prontamente Baldassi. Il suo rasoterra non viene trattenuto da Sinibaldi con il pallone che termina lentamente in rete.

Nella ripresa il ritmo sale e al 2’ gli ospiti si fanno vedere con Baldassi che dopo un bel numero sul versante destro, conclude a rete ma Sinibladi non si fa sorprendere. La Boreale non si dà per vinta e al 13’ riapre tutto: sul “tiro-cross” di Privitera dalla sinistra, Tintori non trattiene il pallone che rimpalla su Pagni, che realizza nonostante il tentativo disperato di Politanò di rinviare il pallone. Il che avviene ben oltre la linea di porta, come da giusta segnalazione del primo assistente, Conti di Roma2. Sul 2-1 la gara si accende ed un minuto dopo lo “Scalo”  sciupa una grande occasione: Nardecchia s’invola in contropiede e serve Proietti che conclude a rete solo davanti a Sinibaldi, autore di un miracolo nel salvataggio della sua porta.

Nel finale la Boreale accusa un po’ di stanchezza mentre gli eretini appaiono più tonici e chiudono la pratica al 38’: sul calcio di punizione di Nardecchia da destra Proietti, indisturbato, insacca di testa in tuffo sul primo palo, con il pallone che termina in rete alla sinistra del portiere. Questa disattenzione difensiva costa molto cara ai bianco viola, che provano a riportarsi in partita al 44’ con la conclusione dalla distanza di Dovidio. Palla fuori. E in pieno recupero arriva il poker per i ragazzi di Vincioni con Proietti, che dopo aver evitato due avversari, insacca un gran tiro sotto la traversa.

Al triplice fischio di Giordani, buona la sua direzione, grande gioia per il Real Monterotondo Scalo, che conquista una vittoria importante dopo due sconfitte di fila. Mentre è un momento delicato per la Boreale, apparsa molto contratta per buona parte della partita.

In this article

Lascia un commento