Coppa Italia: i sorteggi dei quarti

352
352
L'UNIPOMEZIA VIRTUS SOLLEVA LA COPPA ITALIA AL CIELO DI LATINA
Coppa Italia: i quarti di finale
Coppa Italia: sono rimaste in 8. In campo
il 6 e il 13 dicembre. Finale a febbraio
Il Comitato Regionale Lazio della FederCalcio ha sorteggiato gli abbinamenti degli imminenti incontri dei quarti di finale di Coppa Italia d’Eccellenza. Il tutto è avvenuto alla presenza di alcune, tra le società interessate dalla competizione (l’invito era stato naturalmente spedito a tutte e otto).
In campo per gara-1 il 6 dicembre, una settimana il ritorno, quindi le squadre dovranno fare molta attenzione, nella gestione degli impegni domenicali e infrasettimanali, programmando come si deve le sessioni degli allenamenti. Queste le gare:
1) ERETUM MONTEROTONDO-LATINA SCALO SERMONETA
2) SERPENTARA BELLEGRA OLEVANO-ASTREA
3) VIRTUS NETTUNO LIDO-UNIPOMEZIA VIRTUS 1938
4) CYNTHIA 1920 GENZANO-LEPANTO MARINO

Il Comitato ha già specificato gli incroci in vista delle successive gare di semifinale:

Vincente Gara 2 vs. Vincente Gara 1

Vincente Gara 4 vs. Vincente Gara 3.

Sono rappresentate sei realtà della provincia di Roma ovvero: Eretum, Serpentara Bellegra Olevano, Virtus Nettuno Lido, Unipomezia Virtus 1938, Cynthia Genzano e Lepanto Marino. Quindi una squadra della Città Eterna, che è l’Astrea, squadra del Ministero di Grazia e Giustizia; infine la provincia di Latina, con il Latina Scalo Sermoneta. Che gioca le sue partite casalinghe al “Tiziano Righetti” di Latina Scalo e che del Sermoneta, di fatto, porta solo il nome per il periodo della fusione, probabilmente ancora per un anno. Assenti le province di Frosinone e Viterbo; e, per motivi proprio numerici connessi alla morfologia del territorio, storicamente, quella di Rieti, che pure una volta, proprio con il Football Club Rieti, è arrivata fino in fondo, vincendo contro il Pisoniano al Salaria Sport Village di Roma con un finale da brividi (2-1).

L’Unipomezia Virtus, giovane realtà, ci tiene, a difendere quanto costruito di recente, ed è naturale pensare a un bis. Sua, forse, la più complicata tra le avversarie: sarà la Virtus Nettuno Lido. Non semplice anche per l’Eretum, vedersela due volte contro il Latina Scalo Sermoneta primo in classifica nel girone B. Questa pare una prova di maturità, per la formazione di Fabrizio Perrotti. Sembrerebbe equilibrata, Serpentara-Astrea, con i giocatori ministeriali forse più votati al gioco collettivo. Mentre replicano quanto accaduto domenica scorsa in campionato la Cynthia di Genzano e la cugina castellana Lepanto Marino. Qualche giorno fa è terminata 0-0. Cosa ci dirà, la Coppa?

La finale si giocherà il 7 febbraio prossimo venturo. Fate il vostro gioco.
In this article

Lascia un commento