Tor di V ok: Pro Roma e Romulea scatenate

I campioni regionali e d'Italia battono 2-0 l'Atletico Vescovio: gran cammino di Pro Roma e Romulea (quinta sinfonia consecutiva)

39
39
ALLIEVI ROMULEA SARMIENTO GOL

Romulea quinta sinfonia di fila

La capolista torna a vincere, Pro Roma OK

Vince la capolista Tor di Quinto, riscattando lo stop di 7 giorni prima a via della Pisana superando con il più classico dei punteggi l’Atletico Vescovio di “patron” Stefano Vaccari. A una lunghezza di distanza la Pro Roma, a quota 28: la formazione di Fabrizio Pascucci espugna il campo Angelucci” vincendo con il Settebagni per 3-2 al cospetto dei bianco-rossi di Roma Nord che in 12 giornate non hanno ancora pareggiato (4 vittorie e  8 sconfitte). Alla compagine di Spagnoli non sono bastate le due reti di De Angelis, per avere ragione della quotata formazione prenestina perché tra le fila di questa realtà c’è uno Stefanelli in giornata di grazia. Il giocatore giallo-rosso è stato, infatti, l’autore di 3 reti.
Sul terzo gradino del podio con 26 punti troviamo la Romulea che continua nella sua serie positiva: l’undici di Via Farsalo ha centrato la quinta vittoria consecutiva, e in questa occasione ha vinto davanti al pubblico amico al cospetto di un tenace Campus Eur, superato per 3-2. Tutto questo è stato possibile in virtù delle reti siglate da Falanga, Pellegrino e Marotta mentre per gli ospiti le reti portano le firme di Pascarella e Marini.

Crediamo, per un legame del calcio romano e laziale con la storia degli ultimi 40 anni, che faccia bene a tutto il movimento, come stimolo e per l’impegno delle società prese a esempio, un ritorno a certi livelli nel campionato Juniores e della Romulea, e, da almeno due anni, della Pro Roma-
Sorpresa al “Mario Ceccacci” di via Gioacchino Ventura dove la Vis Aurelia rende dolce l’esordio del nuovo tecnico, l’ex trainer del mondo dei Professionisti Bruno Incarbona. Il quale si cimenta, nella fattispecie, con un torneo tutt’altro che semplice: i suoi ragazzi hanno superato per 2-1 l’Urbetevere andando a segno con Riccardi e De Cesaris. E questi tre punti hanno dato al club di Mario Fiorentino una grandissima gioia perché nelle sfide giovanili con i cugini di Via della Pisana spesso a prevalere, (almeno) negli ultimi 10 anni, sono stati quasi sempre i “canarini”. Un risultato importante da leggere anche inchiave-salvezza, per la squadra di undici della zona di Pineta Sacchetti. Per l’Urbetevere una non preventivata battuta d’arresto, nella scalata verso i play-off dopo la bella e prestigiosa vittoria della settimana precedente. Il tutto viene acuito anche dall’aggancio al quarto posto subìto dal Civitavecchia; i nero-azzurri tirrenici hanno violato il “Tre Torri” di Torrenova confermando il discreto lavoro fatto sulla base.
Una tripletta di Mancini e una singola rete di Podda permettono al Savio di avere la meglio per 4-2 su un’Almas, a segno con Petroni e Altomare, sconfitta e raggiunta in classifica a quota 18. Torna il sorriso al Ladispoli, che ottiene un successo scacciacrisi: i rossoblù del presidente Paris surclassano il Montefiascone con un tennistico 6-1. Con questi 3 punti i ragazzi di Simone Sale hanno sorpassato in classifica proprio i gialloverdi falisci e il Torrenova. Ma la partita dello stadio “Angelo Sale” merita un approfondimento. Gli ospiti vanno avanti al 14’ con Pitone, il Ladispoli ribalta nel recupero del primo tempo con Enasoaei, capace di siglare 2 reti nel giro di un minuto. Lo stesso calciatore avanzato, nella ripresa, andrà a segno altre due volte; saranno Maroncelli e Quinti a rendere più netta la giornata alla formazione ladispolana.
Pari interno per il fanalino di coda Atletico Acilia al cospetto del Fiumicino, che segna per primo, rete di Benvenuti, ma i biancorossi di San Giorgio rimettono le cose a posto con un guizzo di Cappai

In this article

Lascia un commento