Preziosa vittoria dell’Aranova

L'Aranova supera il Grifone Gialloverde grazie alle grandissime parate di Molon, e alla rete di Angrisani

104
104
Vittoria dell'Aranova sul campo del Grifone Gialloverde. In gol Angrisani, a pochi minuti dal termine. SuperMolon stoppa il Grifone

Grifone Gialloverde-Aranova 0-1

Grifone Gialloverde: Penga 6,5, Di Pietro 6 (dall’89’ Agrestini sv), Costalunga 6, Mancini 6 Secci 6, Limardi 6, Mnetò 6,5 (dal 60’ Musci 6,5), Monaco 4 (dal 75’ Batella sv), Mangione 6,5 (dal 55’ Dei Rossi 6), Manganelli 7,5,Miano 6. A disp. Pollini, Papa, Lo Scalzo. All. Gianluca Berruti 7.
Aranova: Molon 9, Urani 6,5, Di Carlo 6,5, Vigna 6, Filippi 6, Commentucci 6,5, Mariani 7 (dal 60’ Campoli 6), Scaccia 6,5 (dal 66’ Steinbock 6), Angrisani 7,5 (dall’89’ Buffone), Savarino 7, Iezzi 6,5 (dall’82’ Arena sv). A disp.Tiozzo, Ubaldini, Grita. All. Emiliano Bernardini 7,5.

Arbitro: Testoni di Ciampino (5,5).

Rete: 78’ Angrisani.
Note: ammoniti Mancini, Monaco, Manganelli, Filippi, Arena, Campoli. Calci d’angolo: 3-1 per il Grifone Gialloverde.

Tante emozioni al campo “Roma” di Via Farsalo nell’incontro tra Grifone Gialloverde e Aranova: due formazioni in buona salute che hanno regalato al pubblico presente diverse occasioni da rete.
Parte bene l’undici di Berruti (nonostante la rinuncia in estremi di Cifani) che ha due occasioni con Manganelli: al 10’ prova dal limite costringendo Molon ad allungarsi per deviare in angolo. Al 13′ è sempre il numero 10 gialloverde ad impegnare severamente il portiere ospite.
Al 20’ si affaccia in avanti l’Aranova. Pregevole azione personale di Savarino che, dopo aver percorso palla al piede buona parte del terreno di gioco, con un passaggio filtrante mette Angrisani davanti a Penga ma questi è bravo ad uscire. Al 24’ azione prolungata della compagine di Bernardini con conclusione di Di Carlo che si perde di poco alta. Al 28’ è ancora Molon ad ergersi a protagonista assoluto andando a respingere di piede un tiro di Menestò. Al 31’ prova Savarino su calcio piazzato ma la mira non è delle migliori. Le due squadre continuano a darsi battaglia fino alla fine del primo tempo e al 44’ è una punizione del “solito” Manganelli a mettere i brividi a Molon con la deviazione della barriera che manda il cuoio non lontano dal palo alla sua sinistra. Brividi, per l’Aranova.
Al 1’ della ripresa è sempre il numero 10 locale a cercare la soddisfazione personale con un tiro dal vertice destro dell’area di rigore che va a morire alto sopra la traversa. Un minuto dopo occasione d’oro fallita da Miano che, solo dentro l’area, calcia debolmente. e in modo impreciso. All’8’ Manganelli ha sui piedi la palla del vantaggio ma il suo rasoterra in diagonale si perde sul fondo.
Al 15’ occasione per l’Aranova con Urbani che , calcia in corsa mandando di poco fuori.
La compagine di Berruti torna a farsi pericolosa in fase offensiva m ancora una volta la sfida Manganelli-Molon è vinta dal secondo, che ne respinge la conclusione.
L’Aranova si fa vedere al 26’ con Filippi che calcia in corsa mandando la palla alta di poco. Al 32’ ancora ospiti pericolosi, questa volta con Savarino che da distanza ravvicinata impegna Penga. Un minuto dopo vantaggio dell’Aranova con Angrisani, lasciato libero in area di calciare e battere Penga.
Sul cambio di fronte il Grifone Gialloverde sfiora il pareggio con un gran rasoterra di Musci ma Molon oggi è un muro invalicabile, e con un grande intervento salva porta e risultato.
Da rimarcare nel corso della ripresa il presunto brutto gesto di Monaco, che sembrerebbe abbia sputato a Savarino: anche in caso di provocazione, come avviene in diversi casi, sui campi, sarebbe comunque un gesto da “condannare”.

In this article

Lascia un commento