CPC – Aranova 3-0 Alla squadra di Blasi il recupero

103
103
La CPC si presenta nei piani alti della classifica: 3-0 all'Aranova

Recupero 10° giornata campionato di Promozione girone A
CPC 2005-Aranova 3-0

CPC 2005: Nunziata, Paolini, Paolucci (66’ Cherchi), Bevilacqua (46’ Luciani), Serpieri, Brunetti, Esposito, Di Gennaro (75’ Pacifico), Catracchia (50’ Loiseaux), Ruggiero, De Carli (61’ Castagnola). A disp. Desini, Lanari. Allenatore Blasi.
ARANOVA: Molon, Urbani, Di Carlo, Vigna, Stenbock, Commentucci, Mariani (61’ Campoli), Scaccia, Angrisani (83’ Arena), Savarino, Iezzi. A disp. Tiozzo, Buffoni, Gritta, Filippi, Ubaldini. Allenatore Bernardini.

Arbitro: Sig. Chirnoaga di Tivoli. Assistenti: Sigg. Salvatori e Perna.

Reti: 12′ Esposito, 29′ Catracchia, 74′ Loiseaux.

Note: ammoniti Brunetti (CPC), Vigna, Commentucci, Scaccia, Savarino (A.).

Passa meritatamente e con un secco tre  a zero, nel recupero della 10° giornata, sospesa a suo tempo per un nubifragio, la CPC sull’Aranova. Partita mai in discussione con un  primo tempo ad altissimi livelli, gestito in ogni zolla del terreno di gioco e coronato dalle marcature di Esposito e Catracchia. Il primo raccoglie il cross perfetto di Thomas Paolini, gioca esterno basso e quantifica magnificamente la mole di gioco a cui partecipa. La seconda col bomber Catracchia che raccoglie e insacca a porta vuota dopo la staffilata di Esposito da fuori area, e non trattenuta da un incerto Molon.

Ripresa che la CPC ha controllato segnando ancora con l’altro bomber, Loiseaux; una rete arrivata sugli sviluppi di una punizione con un bolide che si è insaccato sotto l’incrocio dei pali. Gli ospiti creano ben poco. Nel primo periodo l’unica vera occasione è un tiro di Vigna neutralizzato da Nunziata.

Una ulteriore opportunità per l’Aranova di andare a segno giunge a tempo scaduto, quando fallisce un rigore con Vigna, concesso da un ottimo arbitro, il Signor Chirnoaga di Tivoli,  che manda la sfera alta sulla traversa.
Ottimo l’esordio di “Lucio” Andrea Luciani: dispensa calma e geometrie, subentrato dal primo minuto della ripresa ad un ottimo Bevilacqua, uscito per il riacutizzarsi del problema all’adduttore.
La vittoria odierna proietta la CPC 2005 nei piani alti della classifica, a due sole le lunghezze dalla capolista Ottavia. E da ora si comincia a giocare sul serio.

Maurizio Spreghini

In this article

Lascia un commento