Villalba è tuo l’incontro-primato!

125
125
Flavio Prioteasa brinda: ne ha ben donde. 3 reti con la quarta del La Sabina applaudita anche dagli sportivissimi tifosi ladispolani

Villalba lo scontro primato è tuo!

Firmato Flavio Prioteasa

Aggiudicandosi con il minimo scarto il confronto che poteva valere la stagione con il Vicovaro (46) il Villalba (49) di patron Pietro Scrocca torna in vetta da solo staccando di tre lunghezze i rivali per il vertice; i quali, con la contemporanea vittoria in extremis della Pro Roma (48) sul Licenza (23), perdono anche la seconda posizione. La gara dell’Ocres Moca, giocata davanti a 600 spettatori, è stata avara di emozioni, decisa da un gol di Prioteasa a sorpresa schierato come attaccante esterno al posto di Petrucci. Molte le novità in casa rossoblù con mister Ferranti che preferisce Silvestrini a Pomposelli nel ruolo di regista arretrato, e dirotta Picano sulla destra sulle tracce di Grassi. Speculare il modulo adottato da Vicalvi, 4-3-3 con Birumbi terzino sinistro, date le assenze di Petricone e Romeo, Di Mugno terminale offensivo e Figlioli al posto di Botti, in non perfette condizioni fisiche. Parte forte il Vicovaro che con Trenta cerca di sorprendere la retroguardia di casa, ma la conclusione è facile prede di Di Stefano. Il Villalba cresce di intensità nella seconda parte della prima frazione dopo l’uscita dal campo del regista del Vicovaro, Ceccarelli. Iannotti  ha due opportunità fermato da un grandioso Francesco Maiorani. Nella ripresa un unico sussulto è quello di Priotesa, decisivo (20’) quando anticipa il proprio marcatore trafiggendo il portiere. La reazione del Vicovaro è ben poca cosa, il match è spezzettato e il Villalba si tiene stretta la vittoria con sagacia e astuzia.

Soffrendo e non poco al cospetto di un Licenza (23) mai domo la Pro Roma (48) ha la meglio sulla compagine dell’Alta Valle dell’Aniene e conquista in solitaria la seconda posizione a un punto dal Villalba e a 2 sul Vicovaro. Sembrava tutto facile per i romani che con Fiorini (11’) e Corigliano (35’) chiudono il primo tempo sul 2-0. Un inizio di ripresa inatteso nei connotati e nell’andamento permette al Licenza di recuperare coi gol di Tucci (3’) e Brocchieri (18’). Grandi proteste licentine per la mancata assegnazione di un rigore evidente, che al 36’ viene concesso nell’altra area, trasformato da Fiorini, che sigla una doppietta. Profetiche erano state le parole di mister Damiani, che aveva preannunciato che non sarebbe stato facile: “Licenza è un’ottima squadra, e  all’andata aveva vinto”.

Spartizione della posta in palio tra Fiano Romano (42) e Sant’Angelo Romano (38) al “Sandro Pertini”: entrambe perdono una ghiotta occasione di avvicinarsi alla zona calda in maniera consistente. Segna Marini per i giallorossi, pareggia Servi nel finale, a confermare la quarta piazza: i tiburtini sono ora quinti ripresi da Vigor Perconti e Subiaco.

Quinta vittoria nelle ultime sei partite per il Cantalice (39) che liquida anche il Morandi (29) con un netto e perentorio 5-0. La doppietta di Suwareh e le reti di Gregori, Papucci e Beccarini regalano i tre punti a Patacchiola, adesso a -7 dai play-off.

Cade la Maglianese (32) sul proprio campo con la Vigor Perconti (38) di mister Bellinati. Decide un gol di De Angelis (89’) su rigore, ma va segnalato un precedente errore dal dischetto di Di Gennaro a metà del secondo tempo. “Perdere così fa male”, dice mister Lucà “oggi avremo meritato ampiamente la vittoria; con una direzione di gara così ogni tentativo diviene vano. Concedere un penalty così al 90°…”.

La Vis Subiaco (38) non sbaglia, la Castelnuovese (16) cade. I ragazzi di Orati protraggono la striscia positiva dell’ultimo periodo rifilando due reti agli ospiti. Ci pensano Salvatori (44’) e Ciaffi (50’). Il Salto Cicolano (30) consegue una vittoria nel derby del De Amicis con il Cantalupo (9). I biancoblù s’impongono 3-1 grazie con doppietta di Ranieri nel primo tempo, e la rete di Luzi avanti. Per il Cantalupo l’illusorio gol del pareggio di Zaccaria. Importante la vittoria per i ragazzi di Senneca che con questi tre punti si allontanano dalla zona playout. Il Guidonia (27) festeggia la vittoria nell’importante incontro con l’Ostiantica (20) sconfiggendo per 2-1 i rivali. Subito il gol di Narcisi a cui risponde il gol di Martini al 43’. Nella ripresa ruggisce Macciocchi a metà frazione.

Un altro ko per la Spes Poggio Fidoni (19), che cade sul campo della Luiss (26) per 1-0. Primo tempo equilibrato in cui la formazione di Pompili si è fatta apprezzare rispetto ai padroni di casa che, però, si portano in vantaggio con Mottola (42’) . Nella ripresa la Spes ci prova a recuperare ma si complica la situazione quando resta in 10 per l’espulsione del difensore Martini. Sul finale comunque i gialloverdi sfiorano la rete del pareggio. Nel suo commento il tecnico reatino Pompili afferma che la sua squadra nel primo tempo avrebbe meritato qualcosa in più: “Adesso dobbiamo raccogliere i cocci e metterci a lavorare; dobbiamo trasformare la delusione in rabbia sportiva, non molliamo”.

Il prossimo è un turno difficile per le prime: il Villalba gioca a Cantallice, la Pro Roma va a Montecelio col Sant’Angelo Romano. Il Vicovaro riceve il Salto Cicolano, il Fiano gioca a Cantalupo.

Domenico Santucci

In this article

Lascia un commento