Lavinio domenica positiva verso l’Eldorado

216
216
BORGO PODGORA-CAVESE

Lavinio domenica positiva

nella corsa vero l’Eldorado

Il Lavinio Campoverde guadagna due punti su tre, nella ventitreesima giornata, grazie al sofferto successo di misura ottenuto al “Roberto Abbafati” nei confronti dell’Atletico Lariano; la squadra giallo-verde, tolto Raponi che procura due brividi, tra i quali un palo accarezzato, è poca cosa, sul piano della costanza, nel produrre gioco. E questo ha agevolato il cammino della squadra di Antonelli, che con una prestazione nettamente al di sotto delle sue evidenti possibilità, si tiene stretta la vittoria per 1-0 anche per i due pareggi di Sporting Genzano, 0-0 sul campo del Santi Michele e Donato, e il 2-2 di Carpineto Romano, dove nel pomeriggio l’Atletico Morena ha pareggiato con la Semprevisa.

In tutto questo La Rustica va avanti con Pansera ma viene ripresa e superata dal Falasche, che vince per 2-1, con due reti segnate in pochi minuti, mentre il Frascati va in gol subito, con il Fonte Meravigliosa, al 7’ gol di Muzzi, e poi due volte nel finale, all’87’ e al 91’ con De Nigris, nel 3-0 imposto alla compagine romana.

Tre reti anche per la Vis Sezze, due di Antonucci e quella più rilevante di Coia, nel 3-2 rifilato al Praeneste Carchitti, che sul campo ha ottenuto solo 4 punti e 3 a tavolino per il clamoroso errore dello Sporting Genzano. Quanto peseranno, alla realtà castellana, dal momento che il distacco, in vetta, a oggi, è di 6 lunghezze?

L’Atletico Olevano segna il punto decisivo al 75’, gol di Martinoli, nell’1-0 molto importante ottenuto sull’Atletico 2000, mentre il Palocco ribalta il gol di Cusanno e passa a Torrenova per 2-1. Nell’altro incontro pomeridiano il Borgo Podgora ottiene tre punti vitali in casa dell’Airone: un grande raccolto, per la formazione borghigiana, che lascia la penutima posizione all’Atletico Lariano, e acciuffa la Semprevisa. A maggior ragione se consideriamo che, prima del turno appena disputato, la squadra ardeatina e pometina disponeva del sesto posto in graduatoria. Un plauso a un Podgora che non molla mai, e che fa della compattezza del gruppo una delle sue armi migliori.

Massimiliano Cannalire-Paolo Franzino

In this article

Lascia un commento