Ottavia punto positivo nella tana dell’Accademia Calcio Roma

179
179
ottavia

Ottavia pareggio utile, per la capolista

ACCADEMIA CALCIO ROMA-OTTAVIA 1-1

Accademia Calcio Roma: Silvi, Cameo, Torcé, Giannotti, Castagnola, Maffoli (79’Palange), Antenucci (64’Iannilli), Mari (87’Brussani). A disp.:Caruffo, Alaimo, Natalini, Huzun. All. Petruzzi.

Ottavia: Cappelletto, Felici, Rosati M., Amoroso, Moauro, Angeletti, Cesaro, Politi, Rosati A. (52’Mezzenti), Mancini, Coccitto. A disp.:Seri, Ferretti, Screponi, Stante, Viola, Failla. All. Porcelli.

Arbitro: Sapone di Aprilia. Assistenti Arbitrali: Cocco di Frosinone e Senchuk di Tivoli.

Reti: 16’Nolano (A), 54’Cesaro (O).

Note: espulso Moauro (O) al 57’ per somma di ammonizioni. Ammoniti: Giannotti (A), Castagnola (A), Caldarelli (A) e Politi (O). Calci d’angolo: 9-3 per l’Ottavia. Recupero: 2’ pt e 4’ st.

Nella sfida tra matricole l’Accademia Calcio Roma blocca l’Ottavia sull’1-1 al termine di una gara molto combattuta. Il punto ottenuto, per come si era messa, con la capolista che ha inseguito il gol di NOlano, e per essere rimasta in 10 subito dopo, va letto in misura e maniera positiva, dalla compagine allenata da Pino Porcelli. Che concede solo due lunghezze su tre al Ronciglione, considerata la notizia che arriva via radio da Canale Monterano, dove è caduta (3-2) la CPC. La squadra di Petruzzi, dopo un ottimo primo tempo, è calata nella ripresa.

Nella prima frazione di gioco i padroni di casa sono concreti e passano al 16’: fallo laterale di Mariani, Nolano sorprende Cappelletto con una conclusione di prima intenzione dalla distanza con il pallone che termina sotto la traversa. E’ un ottimo momento per i locali mentre la tenace Ottavia accusa il colpo. Al 20’ Mari s’invola a sinistra ignorando Antenucci a centro area; si presenta solo davanti al portiere ma la conclusione in diagonale trova pronto Cappelletto, che devìa in angolo sulla sua sinistra. Sul conseguente tiro dalla bandierina Caldarelli saggia direttamente i riflessi del numero 1, che si rifugia sul fondo. L’Accademia insiste: al 26’ lancio di Torcé, Cappelletto sbaglia l’uscita e consente a Mari di servire Nolano che conclude fuori. L’Accademia spreca una grande opportunità per il raddoppio: Cappelletto sbaglia il rinvio che viene intercettato da Mari e deve riparare con un grande intervento in chiusura. AL 34’ Antenucci serve Nolano che prova un tiro a girare ma il pallone si stampa sulla parte alta della traversa. L’11 di Porcelli esce dal guscio e cresce. Al 38’ e al 44’ Angeletti prova due tiri da fermo: il primo scheggia la traversa, il secondo finisce di poco alto.

Nella ripresa la capolista Ottavia entra il campo con un altro piglio e al 9’ perviene al pareggio con un bellissimo gol su calcio di punizione di Cesaro che termina in rete nel “sette” alla sinistra dell’incolpevole Silvi. Sull’1-1 i bianco-azzurri ci credono ma al 12’ arriva la “doccia fredda” a causa dell’espulsione di Capitan Moauro, un po’ ingenua; già ammonito, viene di nuovo sanzionato dopo aver rifilato una manata a Castagnola davanti all’assistente Senchuk. Pur giocando con un uomo in meno gli ospiti cercano di fare bottino pieno; l’Accademia Calcio Roma accusa un po’ di stanchezza. Al 26’ Felici ci prova con un rasoterra dalla distanza con il pallone che termina fuori di poco alla destra di Silvi. Al 28’ Ottavia vicina al sorpasso. Calcio di punizione a mo’ di pallonetto di Cesaro, Amoroso conclude da ottima posizione ma la sfera va alta. Poco dopo l’arbitro Sapone di Aprilia, buona la sua direzione annulla un goal agli ospiti: angolo da destra di Angeletti, Cesaro infila dopo una mischia ma l’arbitro annulla per un fallo dell’attaccante su Maffoli. Nel finale anche la generosa squadra di Porcelli è un po’ stanca, e al 35’ per poco l’Accademia non raddoppia: sul punizione dalla sinistra di Nolano, batti e ribatti, colpo di testa di controbalzo dall’area piccola di Iannilli salvato sulla linea da Angeletti, che devìa in angolo. Prima dell’epilogo nel secondo dei quattro minuti di recupero, c’è un’ultima opportunità per la tenace Ottavia: Angeletti serve da sinistra Cesaro che conclude a rete ma la palla termina sull’esterno della rete alla destra di Silvi. Al triplice fischio del direttore di gara, nonostante il digiuno di vittorie che dura da oltre un mese e mezzo e di non aver sfruttato la superiorità numerica, l’Accademia Calcio Roma esce dal campo a testa alta. L’Ottavia si tiene stretto il punticino recuperato e, per un tempo, sofferto.

Giorgio Attolico       

In this article

Lascia un commento