Vincono Villalba e Pro Roma

La formazione del presidente Scrocca mantiene i 2 punti di vantaggio sulla Pro Roma dopo il successo di Subiaco

151
151
Il Villalba guida il girone B con buona determinazione

VINCONO VILLALBA E PRO ROMA

Con un gol per tempo del suo bomber Petrangeli (26 reti) il Villalba (62) espugna il sempre ostico campo della Vis Subiaco (44) confermandosi leader del girone B di Promozione con un +2 sulla Pro Roma. Cinici i tiburtini che in un match sostanzialmente equilibrato con poche occasioni da gol giocato soprattutto a centrocampo colpiscono in maniera chirurgica al 27’pt con Petrangeli il cui tiro da fuori area, anche con la complicità del portiere sublacense, s’infila in rete. I   padroni di casa reagiscono allo svantaggio senza creare però particolari situazioni di pericolo. In avvio di ripresa il Subiaco sembra più determinato prende possesso del centrocampo specialmente nei primi 10’ ma non crea grattacapi alla porta difesa da Di Stefano. Al 27’st, ancora bomber Petrangeli, con un colpo di testa, assesta il colpo decisivo. Il Subiaco ci prova ancora ma non riesce a produrre nulla di significativo. A 5 giornate dalla fine si avvicina sempre più il tanto bramato obiettivo di inizio stagione, la vittoria del girone B di Promozione e calendario alla mano con 3 partite casalinghe e 2 trasferte l’opera sembra a portata di mano.
Esce vittoriosa la Pro Roma (60) dal match che l’opponeva al Salto Cicolano (37): i romani di largo Preneste s’impongono 3-0. Dopo un primo tempo chiusosi sul doppio vantaggio per i ragazzi di Damiani in virtù delle reti di Ulisse (27’pt) e Fiacco (41’pt), nella ripresa i capitolini gestiscono la reazione degli ospiti di mister Senneca   e nel finale con il solito Fiorini (42’st) conseguono il tris. Una vittoria che fa morale che arriva all’indomani della sconfitta nel big match con il Villalba e che permette ai ragazzi di Damiani di mantenere la scia dei tiburtini (-2) e stabilizzare un +5 sul Fiano Romano, avversario nel prossimo turno.
I tiberini del Fiano Romano (55) imponendosi per 3-0 al Rodolfo Morandi (33) balzano al terzo posto in classifica sorpassando il Vicovaro. La formazione rossoblù non fa sconti tra le mura amiche e porta a casa 3 punti pesanti nel segno di Sette, doppietta, e Pangalozzi. Apre le ostilità quest’ultimo al 15’pt, nella ripresa rende più larga la vittoria Sette (11’st e 43’st). E domenica al Sandro Pertini scenderà la Pro Roma in una sfida con in palio la seconda piazza alle spalle del Villalba.
Nono risultato utile consecutivo ( 7 vittorie e 2 pareggi ) per la Vigor Perconti (54) di mister Bellinati che travolge al Vigor Sporting Center il Licenza (30). Finisce 4-2 con i tre punti ottenuti in 30’, quelli necessari a Borgia (11’pt), Fratini (17’pt) e Di Paolo (30’pt) per   apporre il proprio nome sul tabellino dei marcatori. Nella ripresa ancora Borgia (25’st) pone il marchio sul 4-0 prima che il Licenza con orgoglio e grazie alla doppietta di Tani (30’st e 48’st) renda meno larga la sconfitta. Con questa affermazione la Vigor Perconti scavalca il Vicovaro e sale in 4° posizione mantenendo la scia del Fiano (3°) e se il campionato finisse oggi   avrebbe accesso ai playoff.
Vittoria di prestigio conseguita dai sabini della Maglianese (42) contro una delle migliori squadre viste finora al Comunale di Magliano, a detta dei dirigenti locali, il Vicovaro (52). Decide un gol da applausi di Di Gennaro al 10’st. Avvio sprint dei padroni di casa che con Di Gennaro (4’pt) e Giuliani (6’pt e 8’pt) sfiorano il vantaggio. I tiburtini   si fanno vivi al 15’pt con Ceccarelli che su punizione colpisce la traversa. Ancora sabini pericolosi con Mazzasette (32’pt), Poggi (34’pt) e Negri (40’pt). Inizio di ripresa con lo stesso canovaccio della prima frazione con i padroni di casa che con Negri (2’st e 9’st) accarezzano, lambiscono il vantaggio. Sarà il preludio al gol di Di Gennaro (10’st) che decreterà il risultato finale. La reazione degli ospiti allo svantaggio sta tutto nell’occasione di Trenta al 26’st su cui Condur compie un vero e proprio miracolo. Nel finale altre due chance per i sabini di raddoppiare con Marcheggiani.
Grande rammarico per la Spes Poggio Fidoni   (25) che viene raggiunta nel finale di match dal S.Angelo Romano (49). Termina 2-2 la gara del Chiani dopo una ottima prestazione dei ragazzi di Pompili che avevano ribaltato il gol iniziale ospite di Caramanica (35’pt) con le reti di Fanny (45’pt) e Tolomei (20’st). Ma in piena zona cesarini Della Porta (40’st) acciuffa, il pari per il S.Angelo Romano. “ Oggi non posso rimproverare nulla ai miei – afferma mister Pompili – purtroppo la direzione di gara non ci ha aiutato in più di un episodio, circostanza. Diventa dura , c’è grande amarezza”.
Seconda sconfitta consecutiva per i ragazzi del Guidonia (35) di mister Alberghini, dopo il 3-0 di Vicovaro del turno precedente arriva la sconfitta in casa con il Cantalice (45) per 2-0. Accade tutto nella ripresa quando Beccarini su rigore (30’st) sblocca il risultato per i reatini e Accardo (45’st) appone il sigillo. Una sconfitta pesante per i ragazzi di patron Bernardini li attende un calendario difficilissimo domenica il derby all’ Ocres Moca di Villalba con la indiscussa capolista a seguire lo scontro salvezza in casa con il Salto Cicolano e poi trasferte a Fiano e Subiaco e Pro Roma in casa. La quota play out è appena due punti sotto e il rischio di trovarsi invischiati non è pura utopia.
Finisce 1-1 tra Cantalupo e Luiss. I sabini dopo il vantaggio firmato da Lelli (15’st) si fanno recuperare da De Vincenzi (17’st). A complicare il piano della formazione allenata da Cataldi l’espulsione di Williams intorno metà ripresa . “ Peccato anche oggi ci siamo fatti rimontare – dice il tecnico del Cantalupo Cataldi – l’espulsione poi ha fatto il resto . Noi continuiamo a non mollare “. I playout per il Cantalupo distano 9 punti tanti da recuperare in 5 giornate tante sono quelle mancanti alla fine, la Luiss con questo punto è appena un punto sopra la zona rossa.
Nel giorno del Wrestlemania l’ Ostiantica (31) ottiene 3 punti importantissimi in chiave salvezza, anche se l’avversario s’è dimostrato ben poca cosa. La resistenza della Castelnuovese (16) è durata, infatti, solo 10’, poi ha avuto inizio la goleada, aperta dalla doppietta di Sesta (11’pt e 21’pt). Poi Agolini (44’pt e 11’st), Davì (15’st), ancora Sesta (31’st) e Reggiani (43’st) a completare l’opera,   Le speranze di salvezza diretta per i lidensi sono lontani 3 punti tutto possibile ma ci sembra difficile in quanto ha incontri duri e soprattutto 3 trasferte nelle restanti 5 partite.

DOMENICO SANTUCCI

In this article

Lascia un commento