La domenica del Ronciglione United

231
231
RONCIGLIONE UTD-SAN LORENZO NUOVO

Ronciglione finalmente protagonista: battuta la capolista Ottavia

Il Ronciglione United gioca la partita dell’Ave Maria con la giusta attenzione e l’Ottavia sciupa negli ultimi venti minuti un finale che avrebbe potuto vivere sull’equilibrio mantenuto fino al 2-1, dopo i gol di Provinciali e Felici che avevano ravvivato la prima parte di gara, e quello di Lo Bue, nei primi 10’ della ripresa. L’Ottavia sciupa un paio di situazioni offensive utili ad acciuffare il pareggio, e ha commesso due evidenti errori nelle retrovie, ben sfruttate da Provinciali, in gol nel breve volgere dei minuti di recupero.

Con questo successo la classifica è accorciata dai precedenti 8 agli attuali 5 punti con 4 gare da giocare. Era consapevole e sereno, degli sbagli commessi in campo, il tecnico romano Pino Porcelli, che ha tenuto a fare i complimenti alla squadra appena affrontata, nel parere del dopo-partita; e a fare le giuste congratulazioni alla società ronciglionese per la correttezza e l’ospitalità dimostrate.

Il Ronciglione si gode giustamente la soddisfazione di aver rallentato la corsa della prima della classe, dopo lo scivolone rumoroso della partita di andata; e incassa tre punti utilissimi, nell’ottica almeno di conservare un secondo posto molto positivo.

Il Fiumicino ha avuto il suo bel da fare, per aver ragione della Vigor Acquapendente. Ma i ragazzi del presidente Munaretto hanno ben compreso come, da diversi anni, la partita del “Desideri” fosse la più importante, una ghiotta occasione. E la terza piazza è stata difesa con la giusta grinta e con l’esatta concretezza. Bove e Babbucci fissano il parziale sull’1-1, quindi Spagnoletti e Forcina, e ancora Babbucci, nel 3-2 finale.

Che dire della distratta e intermittente Compagnia Portuale che, puntualmente, si scioglie come neve al sole? La ex Armada Roja perde di brutto a Bomarzo, in casa di una pericolante, per utilizzare un eufemismo. Segna Zhar al 6’ e Catracchia sciupa un rigore, nel secondo tempo (6’), cogliendo una traversa. Fino al 26’ quando il raddoppio segnato da Pecci chiude i giochi e rimanda sul Tirreno un lontano ricordo della CPC, lontana sul piano del gioco e della concretezza anni luce, rispetto a quella delle migliori domeniche.

Anche il Santa Marinella, è evidente, soffre di una sindrome dannosa: quella del proprio campo. Infatti all’Astolfi segna al quarto d’ora con Bugiani, poi viene raggiunta al 77’ da Seck, da un Montefiascone che sta facendo qualcosa di sufficiente, per mettere in difficoltà tutte quelle che vorrebbero un posto al sole. L’Accademia Calcio Roma passa al Campo Roma superando per 2-1 il Grifone Gialloverde, sorpreso al 34’ dal gol di Mariani; al 37’ tutto a posto col pareggio firmato da Dei Rossi. Ancora Mariani al 55’ firma tre punti per i ragazzi di Via della Bufalotta lasciando a secco una squadra fino a qui raramente messa sotto, per quanto mostrato, dinnanzi al pubblico amico.

L’Aranova inizia bene il pomeriggio segnando al 31’ con Campoli sul rettangolo di gioco di e del Montalto: la squadra giallo-blù riesce al 48’ a pareggiare con Nuti, ed è un punto che fa morale, in attesa dell’ultimo mese di campionato, e in preparazione della finale di Coppa.

Il Canale Monterano passa al “Paglialunga” di Fregene vincendo 2 a 1 col Maccarese grazie ai gol di Chialastri e Trifelli, e ottiene tre punti d’oro, per provare a salvarsi per via diretta. Al contempo la risposta della Pescatori è di quelle spesse, con la rete di Di Meglio (33’) che permette ai giallo-verdi lidensi di vincere di misura a San Lorenzo Nuovo, in un confronto diretto. A proposito di zona play-out, termina 0-0 il derby della Via Aurelia tra l’Atletico Ladispoli, da qualche giornata più attento, nelle retrovie, e il Città di Cerveteri, invischiato nella zona rossa della classifica, e non più efficace come la parte autunnale del torneo.

(ha collaborato Domenico Santucci)

In this article

Lascia un commento