Il derby è dell’Aranova: 2-0 al Fiumicino

Alle “Muracciole” la squadra di Bernardini piega il Fiumicino di Ceccarelli, imbattuto da quasi 4 mesi. L’accesso ai “play-off” si decide negli ultimi 90’

175
175
ARANOVA

Il derby è dell’Aranova: 2-0 al Fiumicino

Alle “Muracciole” la squadra di Bernardini piega il Fiumicino di Ceccarelli, imbattuto da quasi 4 mesi. L’accesso ai “play-off” si decide negli ultimi 90’

 

ARANOVA-FIUMICINO 2-0

Aranova: Molon, Urbani, Proietti, Peluso, Filippi, Commentucci, Morasca (76’Scaccia), Lucarelli (71’Stenbock), Mariani (85’Ubaldini), Lavagnini (58’Iezzi), Savarino. A disp.:Riozzo, Vigna, Bricca. All. Bernardini.

Fiumicino: Faria, De Franco, Camanni (56’Milazzo), Benedetti, Spagnoletti, Crescenzo, Parini, De Nicolo (67’Gargiulo), Forcina, Pischedda, Trimeliti (56’Bornino). A disp.:Greci, Bravi, Cozzolino, Di Pietro. All.:Ceccarelli.

Arbitro: Girgenti di Enna. Assistenti Arbitrali: Cecchi di Roma 1 e Civilini di Tivoli.

Reti: 48’Urbani, 83’ Mariani.

Note: allontanati gli allenatori, Bernardini (A.) al 62’, Ceccarelli (F.) al 75’. Espulso Parini (F.) al 53’ condotta violenta. Ammoniti: Scaccia (A.), Benedetti, Spagnoletti, Bornino (F.). Calci d’angolo: 7-5 per il Fiumicino. Recupero: 6’ s.t.

L’Aranova si aggiudica il derby del litorale piegando nella ripresa alle “Muracciole” il Fiumicino, reduce da 14 risultati utili di fila, al termine di una gara molto combattuta e giocata con ritmi elevati, pur in una giornata con un sole estivo. Questo esito toglie il 2° posto al Fiumicino, per la concomitante rimonta da 1-3 a 4-3 del Ronciglione sul San Lorenzo.

Parte meglio la squadra di Ceccarelli, che va vicina al gol: assist dal versante destro di Parini, Commentucci liscia il pallone che finisce sui piedi di Pischedda. Pronto il tiro ma Molon si rifugia in calcio d’angolo con un balzo alla sua sinistra. Al 7’ il Fiumicino spreca una buona opportunità per passare in vantaggio: Camanni serve dalla sinistra Parini ma la conclusione a centroarea, da ottima posizione, è deviata. Aranova salva. Dopo un avvio in sordina i padroni di casa prendono fiducia: al 19’ sono pericolosi con una traversa colpita da Lucarelli, dopo un bel numero, con un tiro da fuori. 22’: cross da destra di Urbani, Filippi fa da sponda di testa per Morasca che conclude a rete dalla distanza ma Faria fa buona guardia alzando sulla traversa. Aranova vicina alla rete prima del riposo: lancio dalle retrovie di Filippi, Mariani scatta sul filo del fuorigioco e arriva solo davanti a Faria, che riesce, con un po’ di affanno, a salvare la porta tra le timide proteste locali.

A inizio ripresa l’Aranova è molto aggressiva e al 3′ va in vantaggio: Urbani triangola bene in velocità sulla destra con Lucarelli e insacca con un tiro da corta distanza. Sull’1-0 Aranova galvanizzata che al 7’ sciupa la chance-raddoppio: Urbani serve in verticale Lucarelli, che effettua un cross perfetto per il colpo di testa schiacciato di Mariani, indisturbato sul secondo palo. L’impatto è debole.  Il Fiumicino, eccelso per quasi 4 mesi, cade nell’ingenuità di Parini che lo lascia in 10 per una reazione sotto gli occhi dell’assistente Civilini di Tivoli, contestato, con l’arbitro Girgenti dai tifosi della Darsena.

All’11’ Ceccarelli prova a cambiare volto alla sua squadra con gli ingressi di Bornino e Milazzo per Trimeliti e Camanni, nella ricerca di più freschezza sulle corsie e in mezzo. In inferiorità numerica il Fiumicino non si dà per vinto e ci prova al 16’ con una conclusione dalla distanza di Capitan Benedetti, che trova pronto Molon, bravo a deviare la palla alla sua sinistra. Si scaldano gli animi per la posta in palio, più che per il clima: al 17’ l’arbitro allontana Bernardini per proteste. Al 21’ Aranova insidiosa con Lucarelli che conclude a rete dal limite dopo un bel numero ma Faria blocca il pallone alla sua destra. Gli ospiti premono alla ricerca del pareggio e (30′) il calcio di punizione di Forcina dai 16 metri termina fuori di poco creando più di un brivido ai locali. Anche il tecnico ospite Ceccarelli finisce in tribuna la giornata. Il Fiumicino tenta il tutto per tutto. Al 33’ Forcina, tra i migliori con Benedetti, conclude a rete con uno splendido tiro a girare dal versante sinistro ma Molon si supera con un grande intervento, deviando in angolo. Nel finale la squadra di Ceccarelli accusa inevitabilmente un po’ di stanchezza esponendosi al contropiede micidiale dell’Aranova. Al 35’ Scaccia-Iezzi-Mariani che non inquadra la porta. E’ il preludio al 2-0 che arriva al 37’: Savarino per Mariani che, tutto solo a centroarea, si riscatta mettendo in rete da due passi. Il pallone s’infila nell’angolino alla sinistra di Faria. Dopo ben 6’ di recupero, al triplice fischio di Girgenti, è festa grande per l’Aranova di Bernardini, che prova in extremis ad acciuffare i play-off. Ma sarà molto difficil,e in virtù di tante combinazioni possibili. Mentre per il Fiumicino, al di là dell’amaro ko dopo quasi 4 mesi di imbattibilità, arriva il controsorpasso del Ronciglione. Ma niente è compromesso, dato che l’accesso alla seconda fase sarà garantito in caso di successo al “Desideri” con la Pescatori Ostia. Urbani è stato il “man of the match” e tra i migliori con Filippi, Lucarelli, Mariani, Molon e Morasca.

Giorgio Attolico  

In this article

Lascia un commento