Tor di Quinto Campione regionale ai rigori!

472
472
Tor di Quinto Campione regionale

Il Tor di Quinto batte il Savio ed è campione regionale

 

Savio-Tor di Quinto 1-3 d.t.r. (0-0)

Savio (4-3-3): Vilardi; Palombi, Baroni, Paolantoni, Gabrielli; T. Ferraro, Carloni, Del Grande (14′ st Squarcia); Ruffato (3′ st Bianconi), Cataldi, De Sanctis (3’sts Piga). A disposizione: Brusca, Rosati, Di Lauro, Mostacci. Allenatore: Iacovolta.

Tor di Quinto (4-3-3): Tolomeo; Maestrelli, Simeoni, Temperini, Monni; Morelli, Pellegrini, Santilli; D’Amato (25′ st Isidori), Campidonico, Del Proposto. A disposizione: Borrelli, F. Ferraro, Savelli, Colaicono, Berardi, Liberati. Allenatore: Basili.

Arbitro: Sig. Chrichmi di Roma2. Assistenti: Sigg. Morlacchetti e D’Ottavio, entrambi della Sezione AIA Roma2.

Note: ammoniti Carloni (S) e Baroni (S) per proteste, Pellegrini (T) e Simeoni (T) per gioco falloso, tutti per condotta scorretta. Sequenza rigori: Palombi (S) gol, Monni (T) parato, Cataldi (S) alto, Santilli (T) gol, Baroni (S) parato, Pellegrini (T) gol, Squarcia (S) parato, Campidonico (T) gol. Recupero: 0′ pt, 3′ st, 1′ pts, 1′ sts.

 

Monte Compatri (Roma) – Termina con l’epilogo intrigante e, da un lato, beffardo dei tiri di rigore, la finale del campionato regionale Giovanissimi d’Elite. Al Monte Compatri Sporting Center è il Tor di Quinto, a portarsi a casa la coppa, effettuando così un ‘double’ di tutto rispetto, vista anche la vittoria nella categoria Juniores d’élite (la squadra degli Allievi si è invece fermata in semifinale). Il Savio viene sconfitto dopo ottanta minuti – i settanta regolamentari più l’extra-time – all’insegna di un equilibrio testimoniato dallo 0-0 con cui si era chiuso il secondo tempo supplementare.

L’allenatore dei ‘blues’ Marco Iacovolta conferma dieci undicesimi della squadra che ha battuto la Lodigiani in semifinale. L’unica novità è l’esterno destro Ruffato, preferito a Bianconi, nel tridente con Cataldi e De Sanctis. In casa Tor di Quinto, senza lo squalificato De Iulis, mister Lorenzo Basili si affida a Monni, in panchina contro l’Urbetevere.

Nella prima frazione Vilardi si oppone al destro ravvicinato di Campidonico, poi Ferraro non trova lo specchio della porta, qualche minuto più tardi. L’occasione più pericolosa è di Monni, ma il tentativo del terzino viene bloccato sulla linea da Carloni. Lo stesso calciatore del Savio si fa vedere in zona-gol a inizio ripresa, senza tuttavia trovare la porta. All’8′ è invece il neo-entrato Bianconi a sfiorare la rete, con un tiro-cross che si infrange sulla traversa. La risposta del Tor di Quinto arriva immediatamente, ma Vilardi è attento sul potente diagonale di D’Amato, respinto in calcio d’angolo. Negli ultimi minuti né Santilli né Bianconi riescono a inquadrare il bersaglio grosso.

Durante l’extra time una punizione di Cataldi termina alta, mentre Vilardi risponde un’altra volta “Presente!” intervenendo sulla conclusione di Santili.

Dagli undici metri – Il primo a presentarsi sul dischetto è Palombi, che sigla l’1-0 per il Savio. L’errore di Monni (rigore parato) viene compensato da quello di Cataldi, che calcia sopra la traversa. Il Tor di Quinto riesce a pareggiare con Santilli e addirittura a passare in vantaggio, con la parata di Tolomeo su Baroni e la successiva realizzazione di Pellegrini. Il Savio sbaglia ancora: Tolomeo ipnotizza pure Squarcia, ed è Campidonico a siglare il penalty decisivo. Il che permette al club di Massimo Testa di ottenere il terzo titolo nella categoria Giovanissimi, dopo quelli conquistati nel 1991 e nel 2006, quando alle finali nazionali i giovanissimi che avrebbero costituito un meraviglioso gruppo Juniores (Campioni d’Italia 2009 e 2010!), giunsero terzi, nella trentina Moena. Un finale di stagione clamoroso, quello della formazione guidata da Basili, capaci di ottenere, prima della gara di Monte Compatri, quindici vittorie consecutive, tra campionato e playoff.

Paolo Gaetano Franzino

In this article

Lascia un commento