Montalto la Coppa di Promozione e l’Eccellenza

Nella nota cittadina marina della provincia di Viterbo si torna a parlare del più importante campionato regionale, a tanti anni dalla Maremmana

175
175
Montalto-Pescatori Ostia

Montalto la Coppa di Promozione e l’Eccellenza

MONTALTO-PESCATORI OSTIA 2-1

Montalto: Rosciani, Cossu, Menicucci, Lucci, Marzi, Male, Nuti, Chiaranda, Serafini, M. Vittorini, C. Vittorini. A disp.  Galimberti, Serafini, Giambi, Micoli, Ceccarelli, Pieri, Tomassini. Allenatore: Forti.

Pescatori: Mariani, Ceccon, Mambrini, Stampone, Moriconi, Di Paolo, Marzi, De Maio, Franci, Di Meglio, Masciangelo. A disp. Puliga, Cesaretti, Cresca, Cappelli, Vacchelli, Ercolani, Alessandrini. Allenatore: Bellini.

Arbitro: Giudice di Frosinone (8). Assistenti: Picillo di Cassino (6,5) e Civilini (7,5) di Tivoli.

Note: ammoniti Stampone (P.), Nuti e Serafini (M.). 350 spettatori circa. Recupero: 1′, 4′.

Cerveteri (Roma) – A Montalto di Castro si torna a parlare di una forma di calcio d’Eccellenza, a tanti anni di distanza dalla Maremmana del presidente Orlando Cecchelli. Praticamente da oltre tre lustri la piazza facente parte del lato marino, della provincia di Viterbo, non si respirava il più importante, tra i campionati regionali dilettantistici del Lazio.

La finale di Coppa di Promozione è andata al Montalto di Castro, che ha superato per due reti a una la Pescatori Ostia, spesso superata in velocità e in fase di costruzione del gioco, dalla formazione di mister Forti.

La cronaca – La Pescatori parte con il piglio giusto. Franci entra in area di rigore ma il suo tiro trova l’esterno della rete, sulla destra del numero 1 del Montalto. La replica è nel tiro di Lucci, da fuori, parato centralmente da Mariani.

Al 9′ una decisa Pescatori va in vantaggio: Marzi riceve un pallone giocabile sulla tre-quarti, lo porta al limite; lascia partire un tiro con Rosciani che lo devia col suo portiere già in volo verso il palo alla sua destra. La sfera si insacca con media velocità dall’altra parte. Pescatori 1 Montalto 0.

Al 13′ è ammonito Stampone per un fallo commesso molto lontano dalla sua sfera di competenza. Al 14′ calcio d’angolo di Chiaranda con Marzi (quello del Montalto) che alza la mira. Al 15′ Nuti centra un pallone per Serafini che prova la soluzione acrobatica: nessun problema per Mariani. Al 19′ si concretizza il forcing dei gialli montaltesi: Nuti per Lucci che arriva davanti a Mariani superato di precisione. 1-1.

Al 25′ Montalto ancora insidioso: tiro di Manuel Vittorini dalla media distanza con la sfera che esce di un nulla. Al 31′ contropiede di Cristian Vittorini che fa bene tutto tranne allungarsi il pallone prima della giusta rifinitura per Manuel, permettendo a Stampone di fare una signora figura. Lo stesso Manuel Vittorini sciupa un’invitante punizione (40′) dal lato sinistro dell’area di rigore. La Pescatori risponde con un tiro di Marzi che, deviato, potrebbe diventare un passaggio smarcante per Masciangelo; bravissimo, nell’uscita, Rosciani, che sventa la minaccia.

Al 4′ della ripresa Mambrini prova a innescare Moriconi che, di testa, non centra il bersaglio grosso. All’8′, fronte opposto, Chiaranda prova la rovesciata volante, spettacolare, ma parata senza alcun problema da Mariani. Al 10′ l’episodio che indirizza finale e trofeo: girata di un rapido Serafini, grande respinta di Mariani, Manuel Vittorini è chiuso dal muro giallo-verde, che però è superato da Nuti. Montalto avanti per 2 a 1.

Al 16′ Manuel Vittorini scappa a mezza difesa lidense e prova il tiro di potenza, che viene respinto prima e parato poi, da Mariani. Al 18′ Di Meglio prova una bordata da 30 metri con la sfera che si alza troppo. Al 21′ Masciangelo serve Marzi, che di testa manda sul fondo.

Al 24′ Manuel Vittorini prova una delle sue serpentine ma quando il cross sbatte sotto la traversa il gioco è fermo per fuorigioco. Al 29′ lo stesso protagonista incoraggia una discesa sulla destra di Nuti. Cross con Serafini che prova a tuffarsi senza mostrare la dovuta precisione. 36′: Nuti si libera sulla destra ma il tiro coglie la parte esterna della porta di Mariani.

La Pescatori pesca le residue energie sul fondo del barile, ma non l’esatta rifinitura. Come al 39′. Bella iniziativa di Cesaretti che però allunga troppo il passaggio diagonale per Moriconi: palla sul fondo.

Al 46′ Serafini conclude alto una bella discesa corale con il tiro dal limite che si alza di poco. Al 48′ il Montalto sciupa l’occasione per chiudere i conti con Mariani che stoppa in due tempi Giambi. Al 49′ l’ultimo tentativo di una orgogliosissima Pescatori Ostia, con De Maio che salta di testa ma la conclusione è imprecisa e termina sul fondo. Sul rinvio che ne segue il direttore di gara dice che può bastare così. Il Montalto vince la Coppa di Promozione e può festeggiare. Ha vinto con merito e maggiore concretezza una sfida che l’ha vista rincorrere l’iniziale vantaggio giallo-verde.

Buono l’arbitraggio.

Federico Burzotta-Domenico Santucci

In this article

Lascia un commento