Fiorini è immenso e la Pro Roma è in Eccellenza

Fiorini con una doppietta e Luzi portano lo storico club di Largo Preneste al piano di sopra

137
137
La Pro Roma è in Eccellenza: un traguardo prestigioso, per il popolare club romano di Largo Preneste!

Fiorini è immenso e la Pro Roma è in Eccellenza

Per lo storico club che fu del Professor Limentani

il campionato più importante del Lazio!

PRO ROMA-RONCIGLIONE 3-1

Pro Roma: Beccaceci (dal 65′ Colantoni), Ulisse, Fiacco (dal 48’pt Luttazzi), Cesaretti, Talone, Cornacchia, Rodolfi, Ferramini, Fiorini, Alfonsi (dall’85’ Persia), Stefanelli (dal 50′ Luzi). A disp. Pascucci, Svezia, Santini. All. Alessandro Damiani.
Ronciglione: Domenico Palombi, Soccorsi (dal 60′ Taglioni), Verzari, Paolessi, Luciani, Piergentili, Matteo Palombi, Ergottino, Provinciali, Salvatori, Lo Bue (dal 75′ Rofena). A disp. Rosicci, Ceccarelli, Bazie, Cordelli, Rossini. All. Alessandro Oroni.

Arbitro: Morelli di Tivoli.

Reti: 19′ Fiorini (P.R.), 36′ Lo Bue (R.), 52′ Fiorini (P.R.), 60′ Luzi (PR).

Note: ammoniti Cornacchia, Luciani, Lo Bue, Taglioni. Calci d’angolo: 7-3 per il Ronciglione. Spettatori 500 circa.

La Pro Roma è in Eccellenza: il Ronciglione, sconfitto per 3-1, deve aspettare. O vince la finalina con il Sora o tifa Ladispoli nella doppia finale play-off con i veronesi del Villafranca.
E’ stata una bella partita, quella disputata allo stadio “Aristide Paglialunga” di Fregene, valevole come una delle due semifinali play.off per la griglia dei ripescaggi del prossimo campionato di Eccellenza.
Al 2′ Pro Roma vicina al vantaggio: Fiacco s’invola sulla sinistra, entra in area e viene affrontato da Domenico Palombi. Il giocatore romano riesce ad avere la meglio e mette in mezzo un pallone importante per Stefanelli che, da posizione favorevole, calcia alto.
Al 16′ la replica dell’undici di Oroni con Verzari che impegna Beccaceci, bravo a salvarsi in angolo.
Al 19′ i ragazzi di Damiani passano in vantaggio: Fiorini scatta sul filo del fuorigioco e in rasoterra supera l’estremo difensore avversario. E’ grande festa, sulla tribuna occupata dai sostenitori capitolini.
Al 32′ punizione bomba di Alfonsi da 30 metri che Palombi para in due tempi salvandosi sull’accorrente Cornacchia, pronto ad intervenire sulla corta respinta.
Al 36′ il pareggio del Ronciglione con Lo Bue che approfitta di un errore di Beccaceci.
Il primo tempo vede ben 5 minuti di recupero, vista la lunga interruzione dovuta al fatto che erano finiti (o scomparsi) tutti i palloni disponibili.
Purtroppo al 48′ della prima frazione Fabrizio Fiaccone, a causa di una buca sul terreno di gioco riporta la distorsione della caviglia, ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco in barella.
Nella ripresa, dopo 7 minuti, la Pro Roma ritorna in vantaggio: quella di Fiorini è una rete da cineteca. Il numero 9 di mister Damiani prende palla, si libera dell’intera difesa avversaria e infila in fondo alla rete la personale doppietta.
Allo scoccare dell’ora di gioco gran rasoterra di Luzi che sorprende un Domenico Palombi non del tutto esente da colpe. 3-1.
A questo punto il non ancora maggiorenne Beccaceci provoca il pubblico avversario causando un principio di rissa e viene preventivamente sostituito dal suo allenatore con Colantoni.
La compagine di mister Oroni non si dà per vinta: al 19′ punizione di Salvatori, testa di Verzari e sfera che finisce alta.
Al 31′ si rivede la Pro Roma con una punizione di Alfonsi che impegna Palombi.
Al 36′ ancora Salvatori sugli scudi con una pregevole conclusione a giro che termina di poco fuori. Colantoni sembrava poterci arrivare. Al 40′ ancora Salvatori, questa volta su calcio piazzato, che colpisce la traversa e la palla termina sul fondo.
Al 47′ Palombi impedisce a Fiorini di siglare la rotonda tripletta respingendogli una conclusione ravvicinata.

Pro Roma è…felicità – Ecco le parole di mister Damiani a fine gara: “Sono felice per l’obiettivo raggiunto: è il coronamento di un sogno ottenuto grazie al lavoro dei ragazzi e al sacrificio della società. Ho la fortuna di allenare un gruppo fantastico. Tutto questo grazie a uno staff tecnico e dirigenziale assolutamente eccezionali, al diesse Massimialino Melis con il vero artefice di tutto questo, il presidente D’Alonzo”.
Qui Ronciglione – Mister Oroni: “Soddisfatto della prestazione dei miei: ce la siamo giocata fino in fondo, non abbiamo mai mollato e giocare così con questo caldo vuol dire che stiamo bene dal punto di vista fisico e mentale. Ora per l’Eccellenza dobbiamo vincere la finale per il terzo posto o sperare nel Ladispoli”.

In this article

Lascia un commento