Ladispoli in D, Pietro Bosco: “Per me ladispolano Doc…”

I pensieri dell'allenatore del Ladispoli su Radio Cusano Campus

336
336
Ladispoli, parla Bosco: "Per me è come una Coppa dei Campioni..."

Ladispoli in Serie D dopo 13 anni: parla l’allenatore

“Per me ladispolano Doc, è come vincere una Coppa dei Campioni!”

 

Manlio Vignola nel dopo-gara di Ladispoli-Villafranca Veronese, finita 1-1, dopo il 2-2 della partita di andata, pesca al volo in diretta per Radio Cusano Campus, l’allenatore dell’Unione Sportiva Ladispoli. “Pietro Bosco timoniere di una corazzata incredibile”.

“Il merito va a tutti – esordisce il tecnico rossoblù -: alla società, ai collaboratori, allo staff, a tutti quanti. Raggiungere un traguardo poi, da ladispolano DOC, è come aver vinto la Coppa dei Campioni”.

Tre pareggi e una vittoria, nei play-off. Una dedica a chi la vuole fare?

Dice l’ex centrocampista centrale di Sorianese e Maremmana: “Ai tifosi, che sono e sono stati straordinari, ed è bello vincerla così. Perché vedere questa gente, in tanti venuti a Canistro, in molti, a Verona, significa che una città, Ladispoli, si è stretta intorno a noi, dopo averci seguito tutto l’anno. Spero di proseguire questa avventura, dopo essermi goduto questa gioia”.

Sulla squadra Bosco afferma: “Si tratta di ragazzi straordinari, bravi, tutti quanti. Bello, bello”.

Qual è stato il momento chiave, in cui avete creduto nella Promozione?

“Il Ladispoli è una squadra che è partita per essere protagonista. E siamo stati sempre nelle prime tre. Il momento-chiave che ci ha un po’ scosso è stata la sconfitta con la Pro Calcio Tor Sapienza; avevamo perso e da là ho visto un cambiamento di testa, di voglia, di arrivare tutti quanti. La compattezza di 21 giocatori stupendi, che hanno dato tutto, cuore, capoccia. Coi 5 cambi ho sempre cambiato tutti e 5, e là è stata, la differenza. Hanno dato un valore in più, a questa squadra. Li vedevo, li guardavo in faccia, ma da lì si riparte si lavora e questo sogno se lo sono meritato”.

Domenico Santucci

In this article

Lascia un commento