Cynthia Genzano prove di rientro tra le grandi

510
510
CYNTHIA-APRILIA

Cynthia Genzano, prove di rientro tra le grandi

Lo scorso anno ha concluso al 7° posto: quest’anno vorrebbe confermare la sua presenza nella parte alta della graduatoria

Dopo il settimo posto della scorsa stagione, a Genzano c’è stato il ritorno di Simone Rughetti in panchina. “Vecchia” conoscenza di Andrea Finocchi, il direttore sportivo della Cynthia, che abbiamo intervistato.
– Con il ritorno di Rughetti quale obiettivo si pone, la Cynthia Genzano? Una conferma dei piani medio-alti o qualcosa di più?

“Conosco molto bene Simone, da anni, e sono molto soddisfatto di questo ritorno. La nostra intenzione è quella di fare un campionato importante. La Cynthia è una realtà storica del campionato e anche per la città di Genzano. Non possiamo solo dire di voler partecipare ma dobbiamo guardare all’Eccellenza in maniera sempre ambiziosa. Poi, ovviamente, non siamo gli unici, nel torneo. Ci sono tante squadre che puntano in alto e si stanno attrezzando per questo. Noi comunque ci proviamo”.

– Molti giovani sono transitati e transiteranno a Genzano. Come valuta la realtà del vostro serbatoio?

“Faremo un mix di giovani e di giocatori più esperti. In realtà soltanto dieci giocatori su ventidue sono più…anziani, quindi abbiamo una realtà giovane quasi per scelta. Venendo di recente dall’esperienza in Serie D è chiaro che ragioniamo in tal senso. Nella serie superiore, infatti, non potevamo pensare di fare la categoria senza i ragazzi Under, essendo un campionato più competitivo. Quindi anche quest’anno ci portiamo dietro il “vestito” e la mentalità della Serie D”.

-Come giudica il calciomercato? Vi siete rafforzati molto?
“In attacco abbiamo preso Scacchetti, che è un calciatore che sposta gli equilibri. Oltre a lui abbiamo anche Di Mario e qualche altro atleta che ha dei numeri. L’attacco è quindi fortemente competitivo. Guardando anche agli altri ruoli comunque sono soddisfatto pienamente. Siamo una squadra equilibrata in tutti i reparti”.

La Cynthia Genzano 1920 si presenta, quindi, al nuovo anno calcistico sotto ottimi auspici. Di certo senza la fuorviante luce dei riflettori. E questo potrebbe già essere un presupposto positivo, in un calcio fin troppo chiacchierato.

Giulio Dionisi

In this article

Lascia un commento