Eccellenza, nella prossima ci sarà il Grifone

Nel più importante torneo "graziate" diverse, tra le retrocesse: seconda chance per Colleferro, Boreale e Real Monterotondo Scalo. Ma in Promozione...

812
812
GRIFONE-CRE.CAS.

Eccellenza: diffuso l’organico del prossimo torneo

Quanto resisterà, l’appeal di questi campionati?

 

Una evidente crisi economica, e da tempo tecnica, si è abbattuta sul calcio laziale. Che, in tutte le categorie, ha dovuto fare qualcosa di più, che applicare il semplice concetto del raschiare il fondo del barile. Ci sono realtà che, almeno nel rapporto dalla Prima Categoria in Promozione, la seconda competizione regionale non l’hanno vista nemmeno in cartolina o se la sono al massimo fatta raccontare. Probabilmente non è il caso del Grifone Gialloverde che, sia sul piano tecnico che dal profilo tattico e organizzativo, aveva dimostrato, nel Girone A, almeno di meritare i play-off, per salire in Eccellenza. Ciò è avvenuto tramite lo sport più praticato in Via Tiburtina, quello del ripescaggio a tutto campo.

A breve le sottostanti società verranno divise nei due raggruppamenti, in vista del torneo che parte il 2 di settembre. Ma è dovuta, una riflessione, visto che in Promozione, è stato ripescato un girone intero, ossia ben 18 squadre. Che senso ha, proseguire così, solo a fare ragioneria e/o per presentare numeri ai piani di sopra? Quando migliorano, i club e i singoli campionati, se arrivano in Promozione e talvolta anche in Eccellenza, realtà per decenni abituate alla Seconda Categoria, ai tornei amatoriali, o al massimo alla Prima quale veste meglio calzante rispetto alle proprie possibilità?

Questo il prossimo organico, diviso per province, una volta stabilito che Roma ha il massimo iscritto da sempre, in Eccellenza, ovvero 12 compagini: Almas Roma, Astrea, Atletico Vescovio, Boreale Don Orione, Casal Barriera, Campus Eur, Grifone Gialloverde, Montespaccato, Ottavia, Pro Calcio Tor Sapienza, Pro Roma e Vigor Perconti.

La provincia di Frosinone è così rappresentata: Insieme Ausonia, Morolo, Sora, Arce. Sono 4, le realtà ciociare. Quella di Latina vede le sue esponenti nell’Itri, un ritorno, come per il Sora, del resto; quindi il Latina Scalo, che non sarà più, a breve, nominato con l’altro nome da cui derivava, ovvero Sermoneta. Rappresenterà, di fatto, la città, di Latina, più che la provincia.

Folta è (ben 15) la pattuglia dell’attuale Area Metropolitana un tempo provincia di Roma, a cominciare da Pomezia e Unipomezia, Audace (Genazzano), Cavese (impegnata quest’anno nei festeggiamenti del Centenario), Città di Palombara, che gioca al “Torlonia” ma nei fatti si allena a Campagnano; Civitavecchia, Colleferro, Cynthia Genzano, Eretum, Lavinio Campoverde, novità assoluta, Real Monterotondo Scalo, Nuova Florida, Sporting Genzano, Villalba e Virtus Nettuno.

Per la provincia di Viterbo c’è il Montalto, per la prima volta, in questa vetrina assoluta, grazie al successo ottenuto in Coppa di Promozione; una cugina è la neopromossa Roncigione United, e sono 2, della stessa appartenenza geografica, per così dire.

Unica esponente del vasto territorio della provincia di Rieti è e sarà la Valle del Tevere, che gioca le gare interne nello splendido bosco di Forano in Sabina, e che avrà l’ingrato compito di promuovere la sua prima squadra per tutta la Sabina.

Riepilogo numerico – Roma Città 12 squadre. Provincia di Roma 15. Provincia di Frosinone: 4. Provincia di Latina: 1. Latina Città: 1. Provincia di Viterbo: 2. Provincia di Rieti: 1.

Domenico Santucci

In this article

Lascia un commento