Lanusei e Trastevere rallentano, Avellino e Latte Dolce ok

Pareggiano sia i ragazzi di Aldo Gardini che quelli di Fabrizio Perrotti. Monterosi intermittente

227
227
Ladispoli Sassari Latte Dolce Serie D

Lanusei e Trastevere rallentano, Avellino e Latte Dolce ok

 

Pareggi per Lanusei e Trastevere e il Latte Dolce ne approfitta, insieme all’Avellino. Il Trastevere, dopo la sconfitta del “Marcello Martoni” col Monterosi, non va oltre il pari interno con il pericolante Castiadas, che ottiene un punto di platino, a Via Vitellia. Alla compagine del presidente Betturri non è bastata la rete di Riccucci nei minuti finali del primo tempo visto che, all’incirca al 20′ della ripresa, Mesina siglava il pari, per l’undici di Puccica. Del mezzo passo falso dei romani non ne trova gran giovamento il Lanusei, che impatta 1-1 al “Domenico Francioni” di Latina: i calciatori di Gardini sono passati in vantaggio nella primissime battute di gara con Bernardotto. Ma vengono raggiunti dai neroazzurri pontini nella prima parte della ripresa.

Al secondo posto da questa settimana non c’è più il Trastevere, scivolato sul gradino più basso del podio e sorpassato dal Latte Dolce Sassari. La squadra allenata dall’ex responsabile tecnico dello Stintino, Stefano Udassi, ha espugnato il terreno di Rocca Priora superando per 3-2 la Lupa Roma e ottenendo in tal modo la quarta vittoria consecutiva in virtù delle reti di Marcangeli, Patacchiola e Scognamillo. Anche se sulla seconda rete i giocatori di Marco Amelia hanno protestato a lungo: la formazione laziale aveva segnato con Perocchi, in occasione del momentaneo 1-0, e Alonzi, che sigillava il risultato sul 2-3 finale.

Chi guadagna sulle prime posizioni questa settimana, oltre al Latte Dolce, è l’Avellino. I biancoverdi irpini hanno violato il terreno di gioco dell’Albalonga con una rete di Tribuzzi poco prima della metà della seconda frazione di gioco. Ora i “lupi” di Bucaro si trovano a 40 punti, a 5 lunghezze dalla vetta.

Chi in questa stagione non riesce ancora a trovare continuità nei risultati è il Monterosi; la compagine di “patron” Luciano Capponi è stata, infatti, sconfitta al “Pincelli” di Budoni dall’ostica formazione di Cerbone, che cercava punti per rimpinguare una classifica non proprio ottimale. In una delle due partite di sabato Mastrantonio portava avanti l’undici laziale ma Raimo, con una personale doppietta, ribaltava già entro la prima frazione di gara la situazione inizialmente negativa. Nella ripresa era Spano’ su rigore a sigillare i tre punti, per l’undici gallurese.

A Colleferro, stadio che qualche anno fa aveva ospitato un clamoroso cappotto, in Eccellenza (3-5), il Cassino trova la terza soddisfazione consecutiva. Segna Marcheggiani, raddoppia Darboe, la Vis Artena prova a rimettere tutto in discussione con Austoni, e ancora il popolare ex centrattacco reatino segna l’1-3. Ma se Atene piange, la squadra di Francesco Punzi, nemmeno Sparta, l’Ostiamare, può sorridere. All’Anco Marzio passa il Racing Aprilia di Feola che al 60’ segna il gol decisivo. La squadra del presidente Luigi Lardone ha prodotto la miseria di 1 punto, nelle ultime 4 gare, e non vince dal 14 novembre, cioè da due mesi, quando vinse 6-1 con l’Anzio.

A proposito dei biancoblu tirrenici, l’Anzio è sempre più solo in fondo alla classifica, seppur mossa dal pareggio, 1-1, col Città di Anagni; e tutto questo dopo ben 9 sconfitte consecutive. Era Voltasio, a metà ripresa, a portare avanti i calciatori tirrenici. Ma, a circa 10 minuti dalla fine, Gragnoli regalava il pari ai bianco-rossi casilini. Lo stesso esito matura allo stadio “Angelo Sale” tra il Ladispoli e l’Atletico. Avanti l’undici di Carlo Cotroneo, con la rete di Cardella, ma al 30’ è Tornatore, a permettere alla squadra di Fiumicino e Fregene di ottenere un punticino.

Infine importanti, i tre punti della Torres che al “Vanni Sanna” supera di misura il Flaminia con una rete di Minutolo. Una dote di platino, per il gruppo sardo, che soffriva un’anemia “da bassa”.

In this article

Lascia un commento