Pro Calcio Tor Sapienza vittoria che dice tanto

In 10 per un tempo la capolista dimostra di meritare primato e stima di una regione intera

118
118
Santori

Pro Calcio Tor Sapienza vittoria che dice tanto

Cavese – PC Tor Sapienza 0 – 1

Cavese (4-3-3): Provaroni; Pepe, Altamura (40’st Ronci), Desideri, Losi; Shahinas, Gennari, Arcaleni (1’st Giacchè); Taviani, Ortiz (33’st Fresi), Colasanti. A disp. : D’Aniello, Remia, Mastrogiovanni,Carruolo, Barbusca, Renzoni. All. : Rendina.

PC Tor Sapienza (4-2-3-1): De Angelis; Stramenga, Marini, D’Astolfo, Santori; Minelli, Marra; Panella (6’st Nargiso), Della Penna (17’st Elia), Sarmiento (1’st De Nicola); Camilli (41’st Di Giovanni). A disp. : Mattia, D’Ignazio, Mancini, Toracchio, Maione. All. : Anselmi.

Arbitro: Colelli di Ostia Lido.

Marcatori: 19’pt Santori.

Note: 2’ e 4’ recupero; ammoniti Arcaleni, Marini, Camilli; al 46’pt espulso Marini per somma di ammonizioni.

Una vittoria “sporca”, sanguigna, forse anche fortunata, ma che testimonia l’immenso cuore e sacrificio della Pro Calcio Tor Sapienza, che oggi a Cave vince forse la più dura, tra le battaglie.

Chi pensava a un rilassamento dopo l’orgasmo calcistico del “Comunale” Pomezia è rimasto deluso; la Pro Calcio Tor Sapienza vince anche contro la Cavese e mantiene i tre punti sul secondo posto – ora occupato dall’Audace – in una giornata ricca di stop per le inseguitrici, fra cui Ottavia e Pomezia che hanno fatto 1 – 1 nello scontro diretto. In virtù di ciò, la vittoria di oggi vale doppio.

Ancora Santori – che oggi sarebbe stato ancor più duro che a Pomezia era chiaro sin dal principio. La Cavese nutriva motivazioni importanti dopo il cambio di allenatore, e davanti a un pubblico caloroso i padroni di casa partivano forte impegnando subito De Angelis, bravissimo al 7’ a chiudere lo specchio a Ortiz imbeccato da Gennari dalla sinistra.

Passato il brivido, il Tor Sapienza prendeva coraggio, sfiorava il gol con Sarmiento, che calciava a giro dalla sinistra (alto) al 17’, trovando poi il vantaggio al 19’.

Ancora una volta è decisivo Santori, che stavolta insaccava con la testa un pallone vagante in area sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Il gol dava fiducia al Tor Sapienza, che prendeva le redini delle operazioni e gestiva agevolmente per tutto il primo tempo, giocando bene di prima e in verticale. Al 32’ Minelli e Sarmiento combinavano bene, ma il tiro dell’ex Romulea era debole, mentre poco dopo era Della Penna a provarci da fuori con poca fortuna.

Il buon momento del Tor Sapienza veniva però interrotto da un episodio: al 45’ Marini prendeva il secondo giallo ingenuamente e lasciava i gialloverdi in dieci uomini.

Sofferenza e cuore – I peccati di gioventù del classe 2001 Marini cambiano la gara, la Cavese si ringalluzzisce e nel secondo tempo attaccherà per tutta la partita sfruttando la superiorità numerica.

L’ingresso di Giacchè dava una marcia in più al centrocampo cavesino, Shahinas tentava subito la botta da fuori al 4’ trovando pronto De Angelis, mentre al 14’ la risposta del Tor Sapienza era affidata a Camilli, bravo a rubare palla in pressione a Desideri ma fermato da un grande intervento di Provaroni.

Negli ultimi venti minuti il Tor Sapienza soffre, De Angelis sbarra la porta e chiude sul colpo di testa di Ortiz al 28’ e su Gennari al 30’, mentre al 37’ viene annullato giustamente un gol per fuorigioco a Fresi.

La favola continua – Non basta l’impegno nel finale di Taviani e Colasanti, oggi molto attivi, la Pro Calcio Tor Sapienza riesce a non prendere gol sino alla fine e si porta a casa altri tre punti fondamentali grazie a un cuore grandissimo e a tantissimo sacrificio.

Seppure non brillantissimi, oggi i ragazzi di Anselmi hanno dato riprova di avere grandi motivazioni, fame e qualità, oltre a una difesa e ad un portiere di altissimo livello – l’imbattibilità di De Angelis è salita a 794 minuti.

La favola del Tor Sapienza continua: i gialloverdi sono sempre primi in classifica a +3 sull’Audace a +5 sull’Ottavia, che oggi ha pareggiato con il Pomezia.

In this article

Lascia un commento