Atletico Vescovio, altro gran segnale

162
162

Atletico Vescovio, altro gran segnale

 

Vittoria esterna dell’Atletico Vescovio che fa suo il big-match di giornata in casa della capolista Romulea. La formazione di Ermanno Pansa, con una gara giocata in meno rispetto all’undici di Via Farsalo, si porta auna lunghezza dalla vetta. In ordine cronologico vantaggio bianco-rosso con Tucci al 24’, con la Romulea capace di riacciuffare l’insidiosa squadra ospite prima del riposo, grazie a un guizzo di Minniti. Al 74’ Girardi firma il secondo e definitivo vantaggio, che conferma la bontà dell’organico-sorpresa di un’intera stagione, da una parte; e rallenta la possibile marcia della Romulea, dall’altra.

Tor di Quinto di goleada in casa dell’Unipomezia al “Maniscalco” con la compagine di Magrelli superata per 5-1 dai vice-campioni d’Italia in rete con Timperi, autore di una personale doppietta, Consalvi, Celesti e Santori. Di Diana la rete della bandiera pontina.

Se Atene piange di certo Sparta non può sorridere, anzi, l’altra metà del cielo, il Pomezia Calcio, resta solo all’ultimo posto dopo la sconfitta, preventivabile, al “Giuseppe Candiani” con la Nuova Tor Tre Teste per 4-2. I calciatori prenestini vanno in rete in due occasioni con Evora Barros, con Mattei e con Bruziches, per poi subire il tentativo di rientro dei ragazzi pometini con Califano e Catenacci.

Vittoria britannica per la Lodigiani, che espugna il terreno di gioco della matricola Fonte Meravigliosa andando in rete con Spoletini e Luzi, e restando in lizza per un posto, utile, almeno, a prendere parte al “Trofeo Elio Tortora”.

Importante successo dell’Almas che si sta allontanando dalla zona pericolosa della graduatoria, dopo il 2-1 inflitto alla Virtus Nettuno. Tre punti di grande valore, in chiave-salvezza, anche per l’Itri, che sconfigge per 5-1 il Latina Scalo portandosi a una lunghezza dagli stessi nero-azzurri. A passare è la squadra del capoluogo con un calcio di rigore trasformato da Gatta ma gli atleti allenati da Sessa reagiscono e al 5′ pareggiano con Del Vecchio, ottengono il sorpasso con Sanogo prima del 45°. E nella seconda frazione andranno in rete ancora per tre volte, con Pirolozzi, D’Agnese e Parisella.

Una rete di Zappalà permette all’Urbetevere di espugnare il campo di gioco del pericolante Hermada, mentre resta comunque anonima la stagione della formazione di via della Pisana dalla quale era lecito attendersi qualcosa di più, pur considerando che da pochi anni, il club si cimenta nell’élite. Infine è buono, il pareggio ottenuto fuori casa dall’Insieme Ausonia al “Catena” di Centocelle con l’Atletico 2000 in una gara chiusa sul 2-2.

Alessandro Natali

In this article

Lascia un commento