Astrea-Valle del Tevere 0-2

99
99

Valle del Tevere un importante segnale,

passare a Casal del Marmo sull’Astrea

ASTREA-VALLE DEL TEVERE 0-2

Astrea: Proietti, Tagliaferri, Di Minico, Aglietti, Cipriani (dall’80’ Petitta), Cruciani, Lanari (dal 52′ Dario Fratini), Mollo, Di Iorio, Botti (Dal 67′ Di Benedetto), Amico. A disp. Mercadante, Parmigliani, Briotti, Pioli, Aurelio, Spurio. All. Quintiliano Mastrodonato.

Valle del Tevere: Aniello, Paletta, Grizzi, Fiorentini, Giustini, Passiatore, Giurato (dal 57′ Hrustic), Gomez, Danieli (dall’89’ Nardi), Jammeh (dall’81’ Macrì), Manga. A disp. De Vellis, Galanti, Pileri, Ceccarelli, Lelli, Mamarang. All. Stefano Scaricamazza.

Arbitro Martino di Firenze.

Reti: 7′ Danieli, 93′ Macrì.

Note: allontanato mister Mastrodonato al 69′ per proteste. Espulso al 68′ Di Iorio (A), all’88’ Fiorentini (VDT), entrambi per somma di ammonizioni. Ammoniti: Cipriani, Mollo, Paletta, Giurato. Calci d’angolo: 4-3 per la Valle del Tevere.

Roma – Vittoria all’inglese della capolista Valle del Tevere al “Giuseppe Falcone”di Casal del Marno nei confronti dell’Astrea e vantaggio immutato sulla Nuova Florida, vittorisosa con lo stesso punteggio sull’Atletico Vescovio.

Partita non bellissima con l’Astrea costretta a vincere per restare aggrappata al sogno D. Al 6′ Danieli da posizione defilata obbliga Proietti a rifugiarsi in angolo. Al 7′ una corta respinta della difesa locale manda la sfera proprio sui piedi del 9 ospite, che supera imparabilmente il portiere.

Succede poco o nulla con l’Astrea che cerca di imbastire una reazione ma la difesa sabina, la migliore del girone, fa sempre buona gardia.

Al 19′ punizione dalla tre-quarti con Aniello bravo nell’uscita. Al 38′ ci prova Aglietti dal limite con il portiere pronto all’intervento.

Nella ripresa l’Astrea cerca di pervenire il pareggio. Al 5′ conclusione di Amico che dal limite dell’area manda la palla di un metro lontana dal palo sistemato alla sinistra di Aniello. Al 9′ la più grossa occasione per l’1-1: Amico s’invola sulla destra, mette in mezzo per Aglietti che calcia a botta sicura trovando la respinta di un difensore.

Al 23′ Di Iorio lascia in 10 la compagine romana per somma di ammonizioni di Di Iorio e viene allontanato dalla panchina mister Mastrodonato. Nonostante ciò al 29′ un calcio di punizione dalla destra manda allo stacco di testa Cruciani, che manda di poco fuori. Al 31′ vibranti proteste locali per un intervento dubbio su Amico in area di rigore.

La capolista si rivede al 39′ quando Danieli, lanciato a rete, viene anticipato da un’uscita di piede di Proietti. Un minuto dopo Macrì fallisce clamorosamente il raddoppio. Al 43′ anche la Valle del Tevere resta in 10 per l’espulsione di Fiorentini, anch’egli sanzionato dalla somma di ammonizioni.

Al 48′ Hrustic s’invola sulla destra, dà palla a Macrì che, con un delizioso pallonetto, supera Proietti.

Alessandro Natali

In this article

Lascia un commento