Tivoli, che fatica, con la Vis Subiaco…

141
141

Tivoli, che fatica, con la Vis Subiaco: 1-0 su rigore, all’80°

Ma è il successo più importante, a conti (ben) fatti

 

TIVOLI-VIS SUBIACO 1-0

Tivoli: Perri, Morini, Virdis, Gentili, Piva, Mancini (48′ Proietti), D.Di Giovanni (92′ De Santis), Morici (69′ Laurenti), Salvati (48′ Dominici), L.Di Giovanni, Calcagni. A disp. Massimei, Maturi, Mantovani, Teti, Lavecchia. All. Andrea Di Giovanni.

Vis Subiaco: Mastromattei, Molinari, Proietti, Ciaffi (46′ Dantoni), Di Marco, Faye, Dal Monte, Fabiani (88′ Di Feo), Basilico, Pizzelli, Neri (79′ Stazi. A disp. Gigli, Scorpio, Stante, Tocca, Pasqualoni, Trombetta. All. Luciano Orati.

Arbitro: Giovanni D’Anelli di Ciampino.

Reti: 80′ Luca Di Giovanni (rigore).

Note: ammoniti Calcagni, Virdis (T.) e Faye (V.S.).

Tivoli (Roma) – Successo molto importante per la Tivoli, in una complicata sfida con la Vis Subiaco. Nonostante la notevole differenza in classifica, gli ospiti si presentavano all’incontro con la migliore difesa del torneo. I calciatori tiburtini, al contrario, sono nettamente il miglior attacco, ma hanno trovato grosse difficoltà, a sbloccare la gara, che in effetti è stata risolta da un episodio.
Al 10′ pericoloso un colpo di testa di Luca Di Giovanni impegna un concentrato Mastromattei. Al 20′ l’altro Di Giovanni, Daniele, tira al volo ma non trova la porta. Al 25′ ci prova Virdis, ma da molto lontano, e anche questa conclusione termina fuori. La Tivoli spinge e la Vis Subiaco aspetta, ma lo fa bene. Con tre centrali fissi e due laterali che tornano a compattare la difesa, la squadra di Luciano Orati è davvero ostica, da superare. In attacco, invece, Basilico è un po’ abbandonato a se stesso, solo contro quattro difensori, ma è questo il gioco della Vis Subiaco; che ha una grande difesa e un pessimo attacco, anche guardando le statistiche. Ottima la prestazione di Faye, che ruba tantissimi palloni, senza mai fare fallo.

Nella ripresa la storia non cambia: Tivoli in attacco ma sempre costretta a tiri difficili, da distanze complesse. Al 19′ ci prova Morici, senza trovare la sorte sperata. Al 20′ arriverebbe il gol ma l’assistente sbandiera, subendo qualche protesta, perché per i tiburtini il passaggio era diretto all’indietro, rispetto al destinatario. Al 27′ Luca Di Giovanni tira ma la conclusione è respinta da Mastromattei. Il migliore, per la squadra di casa, risulterà essere Daniele Di Giovanni, che infatti è l’uomo decisivo. Al 35′ entra in area e subisce il fallo da rigore, che segnerà Luca. Gol speciale, per il numero 10, che è anche diventato Papà da poco.

La Vis Subiaco, in svantaggio, prova a recuperare, ma è chiaro che si fa dura, sia per le caratteristiche, sia per il poco tempo a disposizione. Proprio nel finale, al 50′, c’è una clamorosa occasione per Pizzelli, che sciupa malamente, con metà porta scoperta.

La Vis esce sconfitta, ma a testa alta, avendo reso complicato l’incontro alla prima della classe per ben 80 minuti. Una squadra, quella sublacense, che metterà in difficoltà molte altre formazioni, anche se dovrà necessariamente fare qualche gol in più, per essere maggiormente serena.

La Tivoli approfitta del pareggio del Fiano, va a +6. La vittoria è stata meno bella, rispetto alle goleade precedenti, ma rischia di essere la più importante della stagione. Forse della storia degli ultimi 15 anni…

Giulio Dionisi

(foto di Ilaria Bonamore)

In this article

Lascia un commento