Atletico Vescovio Romulea e Tor di V lotta-primato

La formazione di Ermanno Pansa si conferma in vetta ma sarà lotta per il primato fino alla fine con Romulea e Tor di Quinto

95
95

Atletico Vescovio, Romulea e Tor di Quinto: lotta-primato

Cinque turni alla fine: il sogno bianco-rosso prosegue

 

Vince ancora la capolista Atletico Vescovio, capace di espugnare nettamente il terreno di gioco dell’Hermada per 3-0. Il successo odierno consente alla formazione di Ermanno Pansa di mantenere la vetta in solitaria, e respingere l’assalto delle più blasonate Romulea e Tor di Quinto. La dote ottenuta in casa della squadra pontina è scaturito dalle reti di Tilli e Maiorino, nel primo tempo, e di Gretarsson nella ripresa.

La Romulea veniva da due stop cosecutivi, e questa volta ha preso l’ottovolante, per avere la meglio del Latina Scalo Sermoneta, sconfitto per 8-0 dai ragazzi di Fabrizio Feroce. Le reti portano le firme tre volte di Belardo, due di Falanga, e una ciascuno di Menniti, Pellegrino e Potenza. Vittoria larga anche per il Tor di Quinto: l’undici campione regionale s’impone per 5-1 sul terreno di gioco della Fonte Meravigliosa, protagonista, per il (precedente) resto, di una stagione positiva. La formazione teverina è riuscita ad andare in gol con Consalvi, Russo, Timperi, ancora Russo, dopo la rete di Miranda per i locali, e Thiam.

Sempre a pari punti Lodigiani e Nuova Tor Tre Teste, in lotta per un posto al “Trofeo Elio Tortora” e perchè no?, fino a un certo punto impegnate entrambe a sognare, a ipotizzare qualcosa di ancora più importante ma, a questo punto, difficile da ottenere. I ragazzi di Caterino superano per 4-2 l’Almas con le reti di Riolo e Di Fazio nel primo periodo di giuoco, ancora di Riolo, nella seconda parte, per il momentaneo 0-3. Quindi rete di Sansotta prima di un tentativo di risveglio bianco-verde. La Nuova Tor Tre Teste s’impone al “Giuseppe Candiani” per 3-0 sull’Insieme Ausonia con Mattei, Di Giacomo e Guerrieri, autori delle reti.

Ritorno al raccolto – Nell’ottica di restare tra le “elette” sono tre punti di platino per l’Atletico 2000, che riesce, al “Catena”, ad avere la meglio per 2 reti a 1 sulla Virtus Nettuno e la raggiunge a 24 punti. Per la compagine romana hanno dato il massimo, le reti di Ticconi e Alcivar Molina; la formazione tirrenica allenata da Salvini è andata a segno con Forti. Per la cronaca e per gli amanti delle statistiche, per il collettivo di Via di Centocelle si tratta del primo successo del 2019, visto che l’ultima volta che aveva centrato la piena dote era il 15 dicembre scorso, quando s’impose sull’Unipomezia con il più classico dei punteggi (2-0).

Le traballanti – In chiave-salvezza importante successo dell’Unipomezia sul terreno di gioco dell’Itri che permette alla formazione di Magrelli di raggiungere a quota 23 proprio l’undici di Sessa, andato in rete con il solo Casillo. Mentre i calciatori del presidente Valter Valle hanno ottenuto il massimo grazie alle precise conclusioni di Cini, Serbi e Cavariani.

Pari senza reti per “l’altra metà del cielo pometino” con l’undici caro a “patron” Bizzaglia che ha bloccato sul risultato di partenza l’Urbetevere, e che ora condivide l’ultima scomoda posizione con l’Hermada.

Alessandro Natali

 

In this article

Lascia un commento