Fiumicino sospiro-playoff: rete di Pischedda al 90°

Rossoblu ripresi all'85° ma in gol all'ultimo assalto. L'attaccante schiude la porta-spareggi, dove approda anche la Luiss. Atletico Morena beffato

190
190

Fiumicino, sospiro-playoff: Pischedda al 93°

Rossoblu portuali ripresi all’85° ma in gol dopo il secondo minuto di recupero

L’attaccante schiude la porta-spareggi. Atletico Morena beffato

 

Il finale-thrilling del girone C di Promozione sorride al Fiumicino, che al termine di una partita cominciata con 45′ di ritardo, rispetto alle altre, guadagna l’accesso ai play-off battendo 2-1 l’Atletico Lariano. Al “Roberto Abbafati”, il maltempo costringe le due squadre tre quarti d’ora, per cominciare a giocare; e dopo il fischio d’inizio sono i rossoblu di Ceccarelli a portarsi avanti, col calcio di rigore di Artistico al 36′. Nel frattempo arriva il finale da Ciampino, con l’Atletico Morena che in rimonta riesce a battere 5-4 la Fonte Meravigliosa. Tra i gol della compagine romana si evidenziano la doppietta di Martena e le reti di Ingannamorte e D’Ambrosio. Al Fiumicino servirebbe solo la vittoria, con la già retrocessa formazione di Sambucci, ma all’85’ l’1-1 dei giallo-verdi gela i tirrenici: la rete è di Federico Massimo, un esordiente. Ma l’acerba squadra di casa, già in Prima Categoria, resta in 10 nei minuti finali: viene espulso Massimi, per somma di ammonizioni (87°). Il Fiumicino trova la forza di riportarsi in vantaggio al 90°, con Andrea Pischedda, per il gol più importante di tutta la stagione, visto il suo peso specifico, e vale il definitivo 1-2.

Il gol dell’ex Campione d’Italia del Tor di Quinto Juniores 2010 beffa l’Atletico Morena e regala gli spareggi alla compagine aeroportuale. L’altra formazione rappresentante del girone C ai play-off sarà la Luiss: i giocatori universitari non trovano problemi contro la Polisportiva De Rossi, travolta 5-0 con le realizzazioni di Vilmercati (due), Nolano, Oliviero e De Vincenzi. Il centravanti biancoblu chiude la regular season con l’impressionante score di 38 gol segnati: è lui, il capocannoniere della Promozione.

Conclude in bellezza anche la Vis Sezze, già promossa in Eccellenza, che supera 5-2 il Real Latina. In un ultimo turno ricco di esultanze – 55 gol totali nei nove incontri disputati! -, trovano spazio pure quelle di Fiorini, Sampaolo (doppietta per entrambi gli attaccanti) e Lorenzo Antonucci. Non bastano, ai padroni di casa, le reti di Rufo e Funari.

In zona play-out il Falasche si arrende all’Ostiantica: nonostante l’iniziale vantaggio di Priori, a segno da quaranta metri con la complicità di un clamoroso errore del portiere avversario, il punteggio finale è di 6-1. Il Falasche si giocherà il possibile mantenimento della categoria con la Pescatori Ostia, sconfitta 3-0 dal La Rustica, dopo la doppietta di Pansera e la rete di Simonetta. Festival del gol anche sugli altri campi: Santa Maria delle Mole-Palocco termina 3-3, mentre la Lupa Frascati abbatte 7-0 la Virtus Olympia. 5-3, infine, tra Rodolfo Morandi e Atletico Torrenova, con i rossoblu che conquistano la vittoria con la tripletta di Santucci, e i centri di Aita e Sargolini.

Il riepilogo dei numeri

Risultati 34° giornata: Atletico Lariano-Fiumicino 1-2, Fonte Meravigliosa-Atletico Morena 4-5, La Rustica-Pescatori Ostia 3-0, Luiss-Polisportiva De Rossi 5-0, Lupa Frascati-Virtus Olympia 7-0, Ostiantica-Falasche 6-1, Real Latina-Vis Sezze 2-5, Rodolfo Morandi-Atletico Torrenova 5-3, Santa Maria delle Mole-Palocco 3-3.

Classifica finale Promozione Girone C: Vis Sezze 77 promossa in Eccellenza; Luiss 73, Fiumicino 71, Atl. Morena 70, La Rustica 59, Lupa Frascati 52, S. Maria delle Mole 49, Pol. De Rossi 47, Atl. Torrenova 46, R. Morandi e Fonte Meravigliosa 43, Palocco 42, Ostiantica 41, Pescatori Ostia 37, Dil. Falasche 34, Atl. Lariano 25, Real Latina 17, Virtus Olympia 8 (-9 pt).

Verdetti definitivi: Vis Sezze in Eccellenza; Luiss e Fiumicino ai playoff;

Pescatori Ostia-Dil. Falasche ai playout (unica gara);

Atletico Lariano, Real Latina e Virtus Olympia retrocesse in Prima Categoria.

Paolo Gaetano Franzino

In this article

Lascia un commento