Palestrina Eccellente: Aranova KO grazie a SuperGallaccio

338
338

Palestrina Eccellente: Aranova KO grazie a un super Gallaccio

La doppietta dell’attaccante regala l’Eccellenza al Palestrina: al Superga finisce 2-1

 

Aranova-Palestrina 1-2

Aranova (4-4-2): Ceccucci; Urbani, Mancini, Tartaglione, Monfreda; La Ruffa (76′ Morasca), De Maio (82′ Mariani), Savarino (87′ Corridoni), Filippi; Italiano, Rosati (81′ Moretti). A disposizione: Comandini, Simoni, Giustini, Gritta, Zanella. Allenatore: Bernardini.

Palestrina (4-4-2): G. Marini (66′ Cannone); Petroni, M. Marini, Rossi, Moriconi; Martin (87′ Tajani), Turmalaj, G. Cristofari, Tantari (67′ Compagnone); Gallaccio, Busto (82′ Liuchi). A disposizione: A. Cristofari, Casoli, Escudero, Thiago, Pontarelli. Allenatore: Di Loreto.

Arbitro: Lupinski della Sezione di Albano Laziale. Assistenti: Mancuso e Passero di Roma 1.

Reti: 64′ Filippi (A), 73′ e 80′ Gallaccio (P).

Note: espulso Moriconi (P.) per somma di ammonizioni. Ammoniti Mancini (A) e Filippi (A). Calci d’angolo: 4-1 per il Palestrina. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Ciampino (RM) – Il doppio salto è compiuto. Un anno dopo la conquista della Promozione, il Palestrina strappa il pass per il prossimo campionato di Eccellenza superando per 2-1 l’Aranova nella semifinale dei playoff. La finale, in programma tra sette giorni, sarà giusto una formalità, visto che nella “Serie A del calcio regionale” ci sarà spazio sia per gli arancio-verdi che per la vincente dell’altro penultimo atto, in cui si è imposto il giovane Pontinia di Fabrizio Cencia per 2 a 0 sulla Polisportiva Monti Cimini.

Al Superga di Ciampino si respira l’atmosfera delle grandi occasioni. Bernardini conferma dieci undicesimi della formazione che ha battuto il Fiumicino, inserendo Rosati, a segno nel derby, al posto di Moretti. Un cambio anche per Di Loreto: non c’è La Porta, sostituito da Martin.

Il primo tempo è teso. Il Palestrina prova a fare la partita, l’Aranova punta sulle accelerazioni di La Ruffa e Rosati. Sono i rossoblù, ad avere più occasioni, senza centrare lo specchio della porta ben difeso da Gabriele Marini. All’8′ la punizione dal limite di Tartaglione finisce fuori; dalla stessa posizione (13’) Rosati manda alto. I calciatori prenestini si fanno vedere con Gallaccio e Turmalaj, mentre dall’altra parte c’è spazio per il colpo di testa di Urbani, anch’esso impreciso. Allo scadere Rosati serve Italiano, che viene murato da Marini al momento del tiro.

Al rientro dagli spogliatoi l’Aranova parte fortissimo. Italiano impegna subito il portiere avversario; al 2’ azione personale di Rosati, che supera Mattia Marini e Rossi prima di essere steso in area. Per Lupisnki è calcio di rigore, ma Italiano si fa ipnotizzare da Marini, e sulla ribattuta Filippi colpisce il palo. Il vantaggio rossoblù è comunque dietro l’angolo. Minuto 19: filtrante di Urbani, cross basso di Rosati, velo di Italiano e conclusione vincente di Filippi dai dodici metri. Azione da manuale e Aranova avanti con il terzo gol stagionale dell’ex esterno del Real Colosseum.

In svantaggio Di Loreto tenta il tutto per tutto: fuori il portiere Marini e dentro il classe 2000 Cannone, fuori l’altro “Under” Tantari e dentro Compagnone. Con la punta di origini nigeriane in campo è un’altra storia, ed è proprio lui a fare da sponda, su un cross dalla sinistra, per il tiro di Gallaccio che vale l’1-1 al 18′. Nemmeno il tempo di aggiornare le statistiche che al 35′ il centravanti raddoppia con un colpo di testa su calcio d’angolo battuto – prendendo lo Stadio Olimpico come riferimento – dalla bandierina tra la Tribuna Monte Mario e la Curva Nord. Seconda doppietta consecutiva, per il numero 9 arancio-verde, giunto a quota 18 gol con la maglia del Palestrina sebbene abbia esordito con il club di Via Pedemontana soltanto nello scorso dicembre.

Nonostante la girandola di sostituzioni non succede più nulla. L’Aranova prova la reazione ma il Palestrina si difende bene, anche dopo il “rosso” mostrato a Moriconi, che abbandona il campo a tre minuti dal termine per un’ingenua somma di ammonizioni. Finisce con la vittoria dei giocatori di Augusto Cristofari, come sempre accade da quando in panchina c’è Cristiano Di Loreto. Tredici successi e un pareggio, per l’ex allenatore della Pro Calcio Tor Sapienza, chiamato a dare continuità a una squadra troppo balbettante durante le gestioni di Cangiano prima, e Alvardi, poi. Missione riuscita a pieni voti per l’ex calciatore della Lazio, che resterà alla guida del Palestrina dopo aver gentilmente declinato l’offerta del Ladispoli.

Applausi anche agli sconfitti: l’Aranova non perdeva dal 3 marzo, e domenica prossima avrà l’occasione di riscattare questa sconfitta nella gara che assegnerà le posizioni numero 3 e 4, nella graduatoria dei ripescaggi. In caso di successo di Valle del Tevere e Pomezia nei playoff per la Serie D, anche l’Aranova sarà… Eccellente.

Paolo Gaetano Franzino

In this article

Lascia un commento