Finale Scudetto, ci sarà la Romulea

224
224

Romulea in finale per il titolo nazionale.

La Romulea di Nicola Vilella e Fabrizio Feroce, a coronamento di una stagione piena di successi e soddisfazioni, si qualifica con pieno merito per la finale per il titolo tricolore.
Dopoil 2-1 di Via Farsalo di mercoledì, i ragazzi amaranto-oro sono andati a vincere in quel di Messina con le reti di Menniti al 27′ e di Settembre all’86’.
Una stagione fantastica, per il sodalizio di San Giovanni che, dopo aver chiuso al comando per la miglior classifica avulsa nei confronti del Tor di Quinto, il proprio girone, condito da cifre eloquenti come le 104 reti all’attivo, si è laureato con merito Campione Regionale nella finale di Cerveteri contro la Vigor Perconti. In quella circostanza la formazione di Francesco Bellinati è stata piegata solo alla fine dei tempi supplementari per effetto della gran bella rete di Belardo.
Il primo atto esterno al Lazio è stato rappresentato dalla vittoria nel triangolare con i toscani del Fucecchio e gli umbri del Foligno, quindi il turno successivo, i quarti di finale, hanno visto i calciatori romani avere la meglio sulla ostica Renato Curi Angolana, fermata sul pari in terra d’Abruzzo; e annientata, nella Capitale, con un 4-1 che poteva essere anche più pesante, per i ragazzi adriatici.
Ora il Camaro, sconfitto a Roma per 2-1 con quella rete dei peloritani che poteva rendere complicata la trasferta nella splendida terra di Sicilia. Ma che Menniti e compagni hanno saputo rendere semplice e scorrevole.
Sabato 15 al “Bruno Buozzi” di Firenze in finale la Romulea se la vedrà con gli atleti lombardi del Varesina di Venegono Superiore, che hanno espugnato il terreno di gioco del Giorgione, a Castelfranco Veneto.

Ora per i ragazzi di Fabrizio Feroce resta solo la vittoria del titolo nazionale, per mettere la ciliegina sulla torta di una stagione intensa, irreprensebile, di continua crescita. Da far diventare, se possibile, fantastica.

Alessandro Natali

In this article

Lascia un commento