Menniti allo scadere, Romulea sul tetto d’Italia

Arriva allo scadere la rete che regala lo scudetto alla compagine di San Giovanni

112
112

Romulea campione d’Italia 2018-19 per la categoria Juniores; la formazione di Nicola Vilella e Fabrizio Feroce ha vinto la finale di Firenze con i lombardi della Varesina per 3-2.
Una vittoria arrivata nelle battute finali dell’incontro in virtù di una rete di Marco Menniti, al 95′, quando tutti pensavano ai tempi supplementari.
Partita sofferta, disputata fra due formazioni fortissime giunte all’epilogo della stagione con pieno merito; i ragazzi di Feroce hanno fatto sembrare facili incontri con formazioni come Camaro e Renato Curi Angolana, per la loro forza, la loro superiorità.
La Varesina ha dimostrato di essere una squadra di livello altissimo andando a prendersi la finale su un campo difficile come quello del Giorgione a Castelfranco Veneto.
Passa subito la compagine di Ferdinando Fedele che, dopo appena 4 minuti, sblocca la contesa con una rete di De Angelis che raccoglie di testa un cross di Leone.
Gli amaranto-oro reagiscono e sono loro a fare la partita;il tanto agognato pari arriva al 40′ con Potenza, a segno anche lui con un colpo di testa.
Il sodalizio di Venegono Superiore è comunque meritevole della partecipazione alla finale e lo dimostra quando al 55′ torna avanti con Deodato, bravo e lesto nel risolvere una mischia rendendo impossibile ad Arsene poterci arrivare.
Dopo circa 5 minuti il nuovo pareggio di Menniti e compagni con Pellegrino che calcia meravigliosamente dal limite, trovando forse una deviazione che non lascia scampo al bravo Baglieri.
La Romulea ci crede fino in fondo e al 95′, quando ormai tutti pensano al proseguimento dell’incontro arriva la rete di un immenso Menniti che regala il tricolore ai suoi approfittando di un errore difensivo dei lombardi .Un Menniti forse non trascendentale in questa finale ma immenso per l’importanza della rete segnata e per quello che ha fatto ( e non solo lui) nell’arco di questa meravigliosa, irripetibile stagione.

In this article

Lascia un commento