Sora la scelta è di uno di casa: Ezio Castellucci

135
135
Sora la scelta è di uno di casa: Ezio Castellucci
Il Sora Calcio ufficializza il nuovo allenatore per la stagione 2019-20 di Eccellenza. Si tratta di mister Ezio Castellucci, che ritorna per la terza volta sulla panchina bianconera. Il club, quindi, si affida ad un tecnico esperto e carismatico, dalla lunga carriera in giro per l’Italia tra Serie C, D ed Eccellenza. Castellucci, nativo di Atina ma sorano di adozione, ha iniziato ad allenare negli anni ’90 con l’Isola Liri nel campionato di Interregionale. Poi il passaggio al Sora come vice del Maestro, Claudio Di Pucchio, di cui prende il posto nelle stagioni 1996-97 (C1), 97-98 (C2, con raggiungimento della semifinale playoff) e 98-99 (C2, esonerato). In seguito un lungo girovagare per lo stivale sulle panchine di Giugliano, Igea Virtus, Paternò, Cavese, Gubbio e Neapolis, sempre tra C1 e C2. Nel 2012 il ritorno al Sora dell’allora presidente Augusto Pomi, dove resta per una stagione, quindi ancora serie D con Turris, Neapolis e Brindisi (vedi la foto); e infine, nelle ultime tre stagioni, l’Eccellenza laziale a Cassino, con vittoria del campionato nel 2017, e la Promozione, prima a Terracina, poi a Monte San Giovanni Campano, prima del ritorno a Sora.
<<Sono molto felice per questa chiamata. Per me la soddisfazione è doppia, essendo anche sorano. Darò tutto me stesso, per riportare questi colori in alto>>, queste le prime parole a caldo di mister Castellucci.
Soddisfatto per l’esito della trattativa il vicepresidente del Sora Calcio Gianluca Parente: <<Il mister è molto motivato e ho visto in lui la volontà di costruire un Sora in grado di lottare per vincere. Volevamo un nome di livello, un professionista per la panchina del Sora e lo abbiamo ottenuto. Sono contentissimo, come anche il presidente Palma, che ebbe modo di ammirare Castellucci a Giugliano, nella sua città natale. Questo è un punto d’inizio importante, ma continueremo a lavorare sodo per rafforzare la squadra>>.
In this article

Lascia un commento