Cynthia Genzano 1920, Antonucci alla guida

252
252

Cynthia Genzano 1920, Antonucci alla guida

 

La Cynthia Genzano 1920 non è stata a guardare, fino alle insidiose settimane di fine mese, e ha deciso come faceva nelle annate migliori. Partito Di Mario per la Serie D, ha pensato di scegliere, da subito, la sua guida tecnica. Sarà Antonio Antonucci, uno dei veterani, e della regione Lazio, e del calcio dilettantistico, in generale, a portarla per mano nell’anno della festa del Centenario.

Il tutto grazie al certosino lavoro di Andreino “Andrea” Finocchi, direttore sportivo della Cynthia Genzano 1920, di recente insignito quale Dirigente Benemerito dal Comitato Regionale Lazio presieduto da Melchiorre Zarelli, nella stupenda festa del Castello degli Orsini a Fiano Romano, mercoledì 26 giugno scorso.

Antonio Antonucci è un tecnico completo e di grande longevità sportivo, che ha sempre saputo valorizzare i calciatori più giovani, e sa puntare sulle qualità dei singoli e lavorare sull’amalgama di un collettivo. Non è uno cui piace ricercare la luce dei riflettori a tutti i costi. Forse, con la sua tenacia, con la sua caparbietà, si può creare un gruppo capace di frequentare altre zone della graduatoria, dopo aver accarezzato, tutto sommato a sorpreso, la possibilità di superare la quotatissima Nuova Florida nella finale di Coppa Italia del “Tre Fontane”.

La Cynthia riparte verso quota, pardon, verso l’anno 100. Che non è mai, un anno qualsiasi. E lo fa con un allenatore forse anche sottovalutato, che ha lavorato a Gaeta, come a San Cesareo, e all’estero, tra le cui esperienze lo ricordiamo in Romania, con l’amico e collega Beppe Materazzi.

Sapendo seminare, e spesso raccogliere. Dalle nostre parti, come altrove.

Giulio Dionisi

 

 

In this article

Lascia un commento