Montespaccato Savoia, quanti gol, fuori dal campo

72
72

Montespaccato Savoia, quanti gol, fuori dal campo…

 

Migliorare il sesto posto della scorsa stagione e magari portare a casa, quella Coppa Disciplina sfumata per un non nulla. Questi, gli obiettivi prefissati dal Montespaccato Savoia per la stagione 2019-20. La formazione del presidente Massimiliano Monnanni si è presentata a Palazzo Santa Chiara, in pieno centro a Roma, dove il presidente di Ipab Asilo Savoia ha fatto gli onori di casa. Una serata piacevole e interessante, che ha preceduto l’inizio del campionato di Eccellenza (venerdì scorso), alla presenza di diverse personalità.

Si è discusso nel corso della presentazione dei vari progetti che hanno visto l’Asilo Savoia protagonista quali la confisca del campo di Via Stefano Vaj a Montespaccato, o della palestra di Ostia alla criminalità organizzata. Tutte attività, quelle citate, nate dall’iniziativa dell’Asilo Savoia, che vedono i calciatori del Montespaccato protagonisti in prima fila. Tra le personalità intervenute la presidente del XIII Municipio, Giuseppina Castagnetta, che ha sottolineato l’importanza dello sport nella vita di ognuno di noi, lei che è stata campionessa di arti marziali. Il direttore generale del Credito Sportivo, Paolo D’Alessio, ha parlato dell’importanza di un istituto come quello che lui rappresenta nell’aiutare le società sportive dilettantistiche. Il presidente dell’Osservatorio legalità e sicurezza della Regione Lazio, Gianpiero Cioffredi, ha preso la parola sulla questione della confisca della palestra di Ostia e non solo. Tra le autorità presenti il Consigliere della Regione Lazio Enrico Cavallari, la vicepresidente della Commissione Sport Svetlana Celli ed infine l’assessore allo Sport e alle Politiche Sociali del I Municipio Emiliano Monteverde. Tra gli ospiti intevenuti anche il nuovo presidente della Viterbese, Marco Arturo Romano, con la cui squadra, inserita nel girone C della terza serie nazionale l’undici guidato, da questa stagione, da Fabrizio Ferrazzoli ha disputato un’amichevole precampionato. Presente in sala Nicola Vilella, giovane presidente della Romulea, rampollo di una dinastia che ha fatto la storia di una società tra le più importanti della capitale che ha dato due elementi alla società di Via Stefano Vaj come Jacopo Belardo, accompagnato da papà Roberto, mister stimato in ambito giovanile e Grimaldi. Tra i neo-acquisti due attaccanti come Colasanti e Gambale con il secondo che ha il duro compito di non far rimpiangere Aimone Calì, passato in Serie C – Via Atalanta – al Catanzaro di Gaetano Auteri.

La squadra del Montespaccato Savoia è molto giovane con un’età media di 21 anni. Bruno Sismondi, uruguagio nato nel 1991, è il più “anziano” della rosa allestita da Massimiliano Monnanni e Marco Lo Pinto.

Il massimo dirigente ha voluto ricordare l’incontro avuto con l’ex arbitro Gianni Prosser di Rovereto che, nel 1982, durante l’incontro di serie D tra Montespaccato e Velletri, venne letteralmente massacrato da alcuni non tifosi ma criminali presenti sulle tribune del campo sportivo intitolato attualmente a Don Pino Puglisi. Da sottolineare, infine, il cortometraggio scritto e diretto dal collega giornalista Daniele Piervincenzi “Il sogno di Aimone. Una storia di Talento & Tenacia”, che sarà presentato alla Festa del Cinema di Roma ad ottobre.

In this article

Lascia un commento