Turris rullo compressore

191
191

Turris rullo compressore

 

Dopo il successo di Colleferro ai danni della Vis Artena, la Turris si ripete infliggendo un tennistico 6-0 alla Pro Calcio Tor Sapienza. Dopo aver chiuso la prima frazione di gara avanti di due reti, doppietta di Alma, i corallini di Franco Fabiano dilagano, complice anche la superiorità numerica maturata al 30′ del primo tempo. Nella seconda parte vanno in rete Forte, Celiento e Longo, autore anch’egli di una personale doppietta.

La Turris ha ben compreso come ambiente cosa significhi, in misura contemporanea, dover pensare alla costruzione di una struttura agonistica di livello, e da questo punto di vista sono parecchi, gli osservatori, a essersi accorti delle intenzioni dello storico quanto blasonato club di Torre del Greco, che seguono anche a distanza le sue vicende. Andrà risolto, speriamo presto, il discorso di un ritorno a casa da non disperdere nelle settimane a venire perché pensare a un campionato senza il “Liguori” è cosa antitetica, antistorica. E la Turris è un prodotto calcistico ben idoneo a portare anche diverse centinaia di spettatori lontano da casa perché il Calcio, al Meridione, ha radici di spessa profondità e significato, di passione, non solo sociale.
Un’altra formazione della Campania ha iniziato positivamente il campionato: stiamo parlando del Portici che, dopo il pareggio di Cassino, esordisce tra le mura amiche infliggendo al Lanusei un netto 4-0. Onda sblocca la contesa nel primo periodo. Nella ripresa saranno Guarracino, Coratella e Improta, a rendere più largo il divario con gli ogliastrini.
A 4 punti troviamo anche il Cassino che, in quel di Paliano, costringe il Città di Anagni a subire la seconda sconfitta: eppure i padroni di casa passano dopo pochi minuti con Flamini. Ma Ricamato, a metà frazione, sigla il pareggio. Nel secondo tempo è Prisco, su rigore, a regalare i tre punti ai ragazzi di Corrado Urbano. Stesso dote in graduatoria nel carniere per Latina e Ostia Mare: i neroazzurri pontini di Raffaele Di Napoli hanno fanno loro l’anticipo di sabato con il temibile Latte Dolce per 2-1. Per la compagine laziale le reti di Galasso e Corsett, che hanno reso utile solo per le statistiche la rete dal dischetto di Cabeccia per gli isolani di Stefano Udassi. Vittoria in terra sarda per l’Ostia Mare di Raffaele Scudieri, che supera a domicilio il Muravera in virtù di una rete di Mastropietro pochi minuti prima dello scoccare dell’ora di gioco. Un successo importante per una realtà che vuole ben figurare, senza ripetere gli errori commessi nella passata, travagliata stagione.
Immediato riscatto per Torres, Vis Artena e Nuova Florida – L’altra metà del cielo di Sassari, la Torres di Marco Mariotti, dopo la sconfitta nella stracittadina con il Latte Dolce, s’impone all’inglese sul Budoni andando in rete con Masala al 64′ e Sartor al 92′. Ma c’è da dire che la formazione di Gianluca Hervatin ha giocato tutta la partita in 10 uomini per il rosso diretto a Valerio al 4′ (!) per un fallo commesso su Milani in una situazione di chiara occasione di segnare una rete.
Per la Vis Artena è arrivata una vittoria inaspettata visto che l’undici allenato da Stefano Campolo ha violato per 2-1 il terreno di gioco di un Trastevere, ridotto in 10 dal 33′ del primo tempo per la (dubbia) espulsione di Casagrande, andando in rete con la doppietta, seconda rete su rigore, di Delgado. Poi i rossoverdi subivano il tentativo di rimonta capitolino ad opera di Lucchese prima del riposo. Nella seconda frazione il risultato non sarebbe più cambiato e per la Vis Artena sono tre punti di assoluto rilievo.
Tre punti di misura arrivano alla Nuova Florida per il confronto conquistato sul Ladispoli, fermo a 0 insieme al Città di Anagni: per i ragazzi di Franco Marcucci e mister Andrea Bussone decisiva è stata la rete di Ferrara, messa a frutto allo scadere della prima frazione.
Arzachena-Aprilia è stata rinviata a mercoledì 18.

In this article

Lascia un commento