Montespaccato, secondo tempo da grande

83
83

Montespaccato, secondo tempo da grande

 

MONTESPACCATO SAVOIA-VIRTUS NETTUNO 3-1

Montespaccato Savoia: Tassi 6,5, Grimaldi 6,5 (dal 52′ Belardo 6), Pesarin 6, Di Nezza 7, Nanci 6,5, Proietti 6 (dal 79′ Ferrari s.v.), Tariuc 7, De Dominicis 7, Colasanti 6,5, Catese 7,5, (dall’84’ Vitali 7), Gambale 6 (dal 79′ Mastrosanti 6). A disp. Langellotti, Guiducci, Tabascio, Finucci, Zambrini. All.Fabrizio Ferazzoli 7,5.
Virtus Nettuno: Scarsella 6, D’Auria 5,5, Di Dionisio 6, Francesco Mauro 6 (dall’84’ Gentilini), Cirilli 6, Joap 6 (dal 46′ Severa 6), Pirazzi 6 (dal 41′ Tomei 6), Nardini 7, Trippa 6 (dal 72′ Porcari s.v.) , Caronte 5,5 (dal 62′ Vantaggiato 6), Fischetti 7. A disp. Gravini, Alivernini, Minnucci,  Giancarlo Mauro. All Gildaldo “Aldo” Panicci 6,5.

Arbitro:Waldman di Frosinone (6)

Reti: 47′, Catese (MS), 54′ Gambale (MS), 76′  Catese, 92′ Nardini (V.N.).

Note:prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Don Pino Puglisi, nel 26° anniversario dell’omicidio a Palermo. Al 45′ Gambale ha calciato alto un rigore. Ammoniti mister Panicci e Severa. Calci d’angolo: 6-4 per il Montespaccato Savoia.

Seconda vittoria consecutiva e secondo 3-1, dopo quello inflitto a domicilio alla Vigor Perconti, per il Montespaccato Savoia. Questa volta i ragazzi cari al presidente Massimiliano Monnanni vincono al “Don Pino Puglisi”, proprio nel giorno del 26° anniversario della morte per mano mafiosa del sacerdote siciliano.
Avversaria odierna dell’undici di Fabrizio Ferazzoli era la Virtus Nettuno, formazione allenata da Gildaldo Panicci, squadra ben messa in campo e alla quale l’ex portiere del Tre Cancelli ha saputo trasmettere il suo carattere.
Partono bene gli ospiti che al 4′ impegnano Tassi con una punizione di Fischetti. Al 9′ la replica: bell’assist di Colasanti per De Dominicis che di prima intenzione manda alto. La compagine tirrenica si fa di nuovo con il numero 11 ma la mira è imprecisa. Al 22′ il Montespaccato potrebbe sbloccare la contesa: lancio millimetrico di Tariuc per Colasanti che, in area, si libera di un avversario e calcia di poco a lato rispetto al palo sistemato alla destra di Scarsella. I padroni di casa prendono confidenza col campo e al 25′ De Dominicis resiste a una carica e mette in mezzo per Catese; questi calcia col corpo all’indietro e il cuoio termina alle stelle. Al 33′ Proietti, dal limite, prova ad impensierire il portiere ospite ma la conclusione è centrale e non crea problemi. Prima dell’intervallo rigore per il Montespaccato Savoia a causa di un fallo in area su Di Nezza ma dagli 11 metri Gambale calcia alto.
Ad inizio ripresa la formazione di casa passa in vantaggio: è il 2′ quando Catese raccoglie una respinta di Scarsella su tiro di Gambale ed insacca alle sue spalle. Al 9′ Gambale si sblocca, superando il portiere avversario con un preciso rasoterra, e facendosi perdonare l’errore dal dischetto commesso a fine primo tempo.
I ragazzi di Panicci non stanno a guardare e al 15′ Trippa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo calcia alto; un minuto dopo Nardini con un bolide dalla distanza va a sfiorare il palo alla destra di Tassi.
Al 21′ Catese ha sui piedi la palla che potrebbe chiudere l’incontro ma, giunto solo davanti al portiere, calcia debolmente tra le sue braccia.
Al 23′ Tassi è bravo a bloccare in presa un tiro-cross dalla sinistra ma 4 minuti dopo non avrebbe potuto nulla sulla gran conclusione dalla distanza di Fischetti che terminava di poco fuori dando l’illusione ottica del gol.
Al 31′ bell’azione del Montespaccato Savoia con Di Nezza che si porta sul fondo dalla destra, mette in mezzo per Catese che insacca in rete per il 3-0, per il crescente entusiasmo del pubblico romano.
Nel finale la meritata rete della bandiera di Nardini per la Virtus di Panicci.

In this article

Lascia un commento