Lazio, Europa: una grande conquista

La formazione Juniores del Comitato Regionale Lazio esce con un prezioso 2-2 dal retour-match, dopo lo 0-0 del "Francesca Gianni"

102
102

Lazio, Europa!

E’ la regione maggiormente capace di arrivare in finale e conquistare tantissimi scudetti, dal 2005 proprio con il San Lorenzo di Marco Ippoliti, che oggi guida il C.R. Lazio Under 19, fino alla Romulea di Fabrizio Feroce

 

La squadra Juniores (Under 19) del Lazio è ancora bella come una principessa. La formazione del movimento regionale esce con un prezioso, fondamentale, vitale pareggio con reti, ciò che auspicava alla vigilia alternativamente alla vittoria diretta: è finita 2-2 e l’atteggiamento dei ragazzi di Marco Ippoliti, assente per precauzioni connesse alla salute (auguri di rivederlo prestissimo, in panchina, n.d.r.), è stato da calciatori maturi, consapevoli delle proprie qualità, collettive e singole.

Una partita vivace che ha visto il Friuli di mister Bortolussi passare al 28′ del primo periodo: Delpiccolo per Autiero, tra i migliori, nella partita di andata, bravo a battere, con un bel tiro liftato di destro, a superare Langellotti, non uno qualsiasi, tra i pali di una porta da Calcio!

Il Lazio perviene al pareggio al 6′ del secondo tempo. Fatarella per via aerea serve Stazi il cui colpo di testa impegna Bordignon, che non trattiene. Il più lesto quanto concreto risulta Franceschi, che firma l’1-1. In questo momento sono qualificati i ragazzi del Comitato Lazio di Melchiorre Zarelli. Ma al 14′ la sicurezza prende corpo, in campo esterno: Stazi sotto misura firma il punto pesante del 2-1, per il Lazio.

Cantarutti andrà in rete al 45′ rendendo più appassionante il finale. 5 minuti di recupero che diventano poco più di 6 e poi il Lazio torna con grande determinazione nella sede continentale. Applausi a un Friuli dalla buona levatura tecnica e dalla sagace conduzione tattica. Probabilmente la maggior lunghezza della rosa nei campionati regionali dei ragazzi di Zarelli e mister Ippoliti può aver fatto la differenza. Ma si tratta di due “scuole calcistiche” assolutamente interessanti.

Lazio, Europa. E per la regione che ha frequentato più finali, nella categoria Juniores, e vinto una elevatissima percentuale di scudetti, vuol dire molto. Tantissimo. Direbbe un grande friulano, Bruno Pizzul: “E’ tutto molto belloooooo”.

 

FRIULI VENEZIA GIULIA-LAZIO 2-2

Friuli Venezia Giulia: Bordignon, Facca, Nadalini, Cossovel, Cestari (60′ Alessio), Di Lazzaro, Venturini (77′ Battiston), Fiorenzo (85′ Cantarutti), Delpiccolo (68′ Domini), Autiero, Zannier (68′ Martini). A disp. Colesso, Clarini, Samotti, Serra. All. Mr. Bortolussi.

Lazio: Langellotti, Fatarella, Passeri, La posta, Virdis, Stazi, Libertini, Bellardini, Franceschi (83′ Birra), Russo (91′ Zanoletti), Baldassi (80′ Dioguardi). A disp. Lo Russo, Cosentini, Manfreda, Milgiorini, Savarino. All. Pesci (Ippoliti indisponibile).

Arbitro: Sig. Rinaldi di Bassano del Grappa.

Reti: 28′ Autiero (F.), 51′ Franceschi (L.), 59′ Stazi (L.), 90′ Cantarutti (F.).

 

Si ringrazia la Lega Nazionale Dilettanti 

e il sito www.lnd.it per la foto della compagine laziale

In this article

Lascia un commento