Promozione tutti i gironi gol per gol

148
148

Promozione tutti i gironi gol per gol

L’analisi della giornata di campionato appena giocata: tante che aspiravano a diventare grandi solo qualche mese fa già soffrono dubbi…

 

Promozione Girone A – La domenica numero 3 porta bene alle vicende casalinghe di Canale Monterano, Grifone Gialloverde, Cerveteri, Monte Mario e Montalto: nell’ordine la compagine di Antonio Graniero supera per 3-2 la curiosa versione del Fregene Maccarese, i verdeazzurri ceriti ne segnano 4 senza incassarne alla CSL Soccer, lontanissimo ricordo di solo un anno fa. I giocatori di Gianluca Berruti regolano all’inglese, 2-0, il Ronciglione United di Granieri: Corrias segna al 2′ del primo tempo, Monaco allo stesso minuto della seconda frazione. Il Monte Mario di Franco Quintini ne fanno 3 al modestissimo Bomarzo: Lotti segna due reti in un quarto d’ora, al 71′ Giovannetti chiude il discorso. E i gialloblù di Montalto di Castro, meteore nel torneo di sopra con forti incertezze gestionali, vincono 3-1 sulla Luiss, anche questa remoto rammento, dell’ultima, inconcludente versione di qualche mese fa. Segna due volte Jammeh intervallato dal gol di Mancini: solo nel finale gli universitari riescono ad andare in rete con De Vincenzi, ma non basta, a evitare una modesta figura alla squadra romana.

Che dire, di un’irritante Almas, superata 1-0 in casa dalla Nuova Pescia Romana? Al 79′ decide Chiaranda. Il Montefiascone, a proposito di vittorie ottenute lontano da casa, vince 3-1 a Gallese. Applausi al Tolfa, che vince il derby per 4-2 nella tana del Santa Marinella. Per i biancorossi grande Trincia, che segna 3 gol, 1 lo fa Superchi nel finale, nipote d’arte. Chesne e Chierico non bastano, alla realtà tirrenica. L’unico 0-0 arriva da dove non te lo saresti mai atteso, da Acquapendente tra la Vigor e il Fiumicino.

Promozione Girone B – La matricola Nomentum si toglie la bella soddisfazione di regolare, pur di misura, il Sant’Angelo Romano, che non è, da diversi anni, un avversario semplice, da superare. Il punto decisivo arriva al 90′, e lo segna Ferrara. Con lo stesso punteggio e il medesimo pensiero valutiamo l’1-0 del Fiano Romano sul Cantalice: al “Pertini” è di Mirt al 36°.

Che sia un girone non semplice da leggere e commentare lo dicono anche il successo esterno (0-1) della Vis Subiaco in casa della Novauto Pro Roma, rete di Basilico al 6′. In controtendenza con 4 reti (a 1) segnate quello della Zena Montecelio sul rettangolo di gioco dello Sporting Montesacro: Grassi, Marini, Giovanazzi e Vivirito. Superano a pieni voti il fatto di saper vincere lontano dal campo amico La Rustica, 3-0 a Passo Corese, a firma 2 volte di Simonetta e 1 di Martorelli, e il Futbol Montesacro, 2-0 a domicilio al Certosa, sorpreso in più parti del campo. A Centocelle hanno deciso le reti di Del Genio su rigore e Carota, su azione.

Due i pareggi: finisce 2-2 tra Guidonia e Settebagni, e termina 1-1 Vicovaro-Riano, con gli arancio verdi che sembrano non avere la stessa verve di soli 12 mesi fa. Rete di Salvatori e al 95′ pareggio, sofferto, di Neroni. Quale fine hanno fatto, gli antichi sogni? Erano delle illusioni poco pie o cosa?

Nel pomeriggio la BF Sport supera 2-1 l’Amatrice nel derby personale di Costantino Fabiani.

Promozione Girone C – Sorridono in parecchie, tra le mura amiche, nel giorno dei pareggi con il contagocce. La “X”, infatti, è uscita soltanto tra l’Atletico Bainsizza e la Pescatori, finita 1-1, con i gialloverdi del litorale romano che mostrano eccessiva sofferenza, in questa apertura di stagione. La squadra del popolare Borghetto va avanti con Di Paolo ma Bisceglie pareggia d’immediato. Stesso esito per la pomeridiana Polisportiva De Rossi-Nuovo Cos Latina con la compagine capitolina che è il lontanissimo ricordo della sorpresa che, seppur in parte, aveva fatto vedere discrete cose all’approdo in categoria soltanto dodici mesi prima. Bernardo per i pontini e Tomassini per i romani, gli autori delle reti.

Tra i successi interni bene il Centro Sportivo Primavera, 3-0 al Monte San Biagio (!), gol di Gazzi (2) e Tosi, l’Indomita Pomezia nel 3-1 al Pian Due Torri, la W3 Roma Team, che passa con lo stesso punteggio a Ostiantica. Di misura, a Ostia, l’1-0 fuori casa dell’Atletico Acilia sul rettangolo di gioco del Rodolfo già Real Morandi, rete di Negri; del Terracina sul Santa Maria delle Mole, gol di Fiorini (rigore), tanto per riportare il club “tigrotto” agli antichi fasti, se possibile prima che qualche suo tifoso vada in pensione. Positivo il 2-1 del Palocco in casa con il Sabaudia: ottimo e abbondante il 3-1 del Fonte Meravigliosa sulla matricola Virtus Ardea. Per la compagine romana doppietta di Manganaro con in mezzo il raddoppio di Perugini. Tanti, i gol visti oggi. Ci poniamo un quesito: e se il poco lavoro svolto sulle difese crea tutti questi sfracelli, non sarà il caso di dedicarci più tempo, durante gli allenamenti settimanali?

Promozione Girone D – La terza giornata si apre bene con le vittorie casalinghe del Colleferro, 2-0 alla Lodigiani, e dell’Atletico Torrenova, identiche cifre, sul Real Cassino Colosseo. Corposo, il 3-1 dell’Atletico Cervaro su un Rocca Priora che sembrerebbe a disagio, nell’anno del suo rientro in Promozione. A Roccasecca passa il Monte San Giovanni Campano quasi a ribadire la volontà di vivere, per il secondo anno di fila, un campionato da protagonisti, tra i calciatori monticiani, anche per provare a vedere “l’effetto che fa”, come cantava il grande Enzo Jannacci. Stesso discorso per l’ANitrella, che vince 3 a 2 in casa con il Ceccano ma che incassa e subisce ancora troppo, per poter mostrare, subito, il vero valore collettivo neroverde. Il Ferentino ingrana bene e piazza un 2-0 british sul campo della matricola assoluta Torre Angela mentre l’Atletico Zagarolo vince 2-1 all’Agapito Sbardella con il modesto Giardinetti di questa primissima parte di stagione.

Dimenticate le delusioni, forti, delle ultime due stagioni, l’Atletico Morena si accomoda tra le modeste, di questa nuova veste della Promozione, uscendo solo con uno striminzito pareggio dal “Gino Sevi”, campo del Tecchiena, che non sembra la realtà capace di impaurire che era stata per oltre un decennio, in questo specifico raggruppamento. Tra le squadre che vorrebbero ma sembrerebbero non potere, la Lupa Frascati perde per 2 a 0 con il non irresistibile Alatri, che la scorsa stagione, come si dice a Roma, aveva chiuso – parafrasando una celebre battuta dell’amico e collega di Sezze Italo Marchetti – “con una scarpa e una ciavatta, e con tante recriminazioni, soprattutto legate ai rimborsi forse mai arrivati a destinazione (?). Tanto che in diversi calciatori si erano detti adirati. O siamo noi cattivi a fare funzione di memoria. Ma intanto i verderosa tornano a casa con i tre punti. E gli improbabili sogni di gloria della Lupa Frascati, quando si potranno presentare, di fronte a una città così importante, storicamente? La quale, non ce lo scordiamo, solo 3 lustri fa arrivò a vincere il Girone B di Eccellenza con Paolo Coppitelli presidentissimo e Manolo Patalano allenatore. Siamo, purtroppo, ai Conti del Tuscolo, in un’altra era geologica…

In this article

Lascia un commento