Grosseto, devi dire grazie a Moscati

65
65

Grosseto, devi dire grazie a Moscati

 

Diverse sono le squadre nel giro di pochi punti, nella parte elevata della graduatoria, in un girone combattuto e ricco di colpi di scena. Comanda il Grosseto, che sabato ha avuto la meglio sul Bastia con una rete di Moscati, sempre lui!, segnata in pieno recupero. Non è stata una partita semplice, per la prima della classe, con i calciatori umbri restati in 10 contro 11 e capaci di erigere un autentico bunker, saltato all’ultimo momento. A una lunghezza dalla vetta, rappresentata dai 14 punti da un Grosseto che ha sofferto più del lecito, troviamo la coppia Foligno-Monterosi: i “falchetti” surclassano, nell’altra gara di sabato, la Tuttocuoio, arrivata alla sesta sconfitta di fila. La partita è stata firmata in calce da Arras e Tulhao, nel primo tempo, con Colarieti, Peluso e Kuqi nella seconda frazione di gara. La Tuttocuoio ha preso atto delle dimisisoni di Nico Scardigli, il precedente allenatore, optando per il siciliano Pietro Infantino. Dopo un mese di campionato occorre tentare, da subito, di invertire la rotta perché la situazione è molto complicata, e, si sa, i numeri non mentono. Mai.
Vittoria di misura per il Monterosi del presidente Capponi in quel di Agliana, anche in questo caso affatto facile, da conseguire. I tre punti arrivano grazie al gol segnato da Simoncelli al 91′, che sa di beffa non per il chiaro valore della compagine laziale quanto per il momento in cui è sopraggiunto quando lo 0-0 finale sembrava a portata di mano. L’Aglianese è salita alla ribalta delle cronache per essere stata la società che ha visto impegnato al termine della sua parabola agonistica Massimiliano Allegri, e per avergli dato la rilevante opportunità di partire sul sentiero tecnico che l’avrebbe consacrato a livello nazionale, e fatto conoscere sul piano internazionale.

Bene l’Albalonga, corsara al “Gastone Brilli-Peri”, casa del Montevarchi: dopo uno 0-0 dell’intervallo, successivo a un primo tempo avaro di conclusioni, il gol biancazzurro è arrivato in apertura di ripresa, con Di Cairano. Un paio di opportunità ci sarebbero anche state, per la squadra di casa, ma la durata della reazione da una parte, la maggior compattezza dall’altra, hanno scavato quella minima differenza nel punteggio, legittimando la dote riportata a casa dalla compagine di Albano Laziale.
Scandicci e Sporting Trestina si sistemano a 11 punti, in una buona posizione di classifica: i toscani erano passati in vantaggio sul campo del Flaminia approfittando di un’autorete di Fapperdue al 3′ per poi subire, poco prima dello scoccare dell’ora di gioco, il pari, su rigore, di Boldrini dei civitonici. Finisce 1-1. Lo Sporting di Enrico Cerbella supera il Ponsacco con un rigore di Belli al 15′; per la formazione della frazione di Città di Castello è un buon momento, nel gioco, nella tenuta e anche per come si sa adattare alle avversarie incontrate fin qui. Male, invece, i pisani di Luigi Pagliuca che, dopo un buon inizio di stagione, stanno subendo un po’ di risultati altalenanti e si stanno allontanando dal vertice. A 10 punti insieme al Ponsacco c’è la Sangiovannese, che impatta senza reti in quel di Pomezia. Un buon punto, per la formazione della Val d’Arno, perché preso in trasferta, al cospetto di una squadra bisognosa di risalire la china, dopo le pie illusioni estive; e per giunta in 10 contro 11 per più di mezza frazione. In quanti, avrebbero scommesso, sulla Sangiovannese costruita in maniera contenuta, lassù, a questo punto del torneo?
Importante sorriso del San Donato Tavernelle che vince con il Follonica Gavorrano con un risultato dall’idioma anglosassone; le reti, una per tempo, le segnano Gemignani e Zambarda. Con questi 3 punti la compagine di Simone Venturi raggiunge proprio i maremmani a quota 7.
Questo turno ha registrato la bella rimonta dell’umbra Cannara sul terreno di gioco del Grassina; i fiorentini chiudono la prima frazione avanti di due reti con due rigori, segnati da Baccini e Bellini. Ma arretrano troppo, nella parte finale della gara, e la squadra ospite va in rete con Bazzoffia e Colombi, con il secondo a segno dagli 11 metri. Per il Grassina un’occasione persa, per migliorare il cammino.

 

Il riepilogo nei numeri dei risultati

GROSSETO-BASTIA 1-0

FOLIGNO-TUTTOCUOIO 5-0
AGLIANESE-MONTEROSI 0-1
MONTEVARCHI-ALBALONGA 0-1
FLAMINIA-SCANDICCI 1-1
SPORTING TRESTINA-PONSACCO 1-0
POMEZIA-SANGIOVANNESE 0-0
GRASSINA-CANNARA 2-2
SAN DONATO TAVERNELLE-FOLLONICA GAVORRANO 2-0

CLASSIFICA

GROSSETO 14
Foligno, Monterosi 13, Albalonga 12
Scandicci, Sporting Trestina 11, Ponsacco, Sangiovannese 10;
Aglianese, Grassina 8; Follonica Gavorrano, San Donato Tavarnelle 7
Montevarchi 6, Cannara, Pomezia 5, Flaminia 4, Bastia 2, Tuttocuoio 0.

In this article

Lascia un commento