Portici-Racing Aprilia 2-1

93
93

Portici tre punti d’oro. L’Aprilia recrimina per il punto decisivo e un rigore precedente non assegnato

 

PORTICI-APRILIA RACING CLUB 2-1 

Portici: Torino, Boussaada (82’ Carrano), Del Gaudio, Nappo, Arpino, Albanese, Blasio (68’ Grieco), Di Prisco, Improta, Atteo, Guarracino (84’ Coratella). A disp. Marone, Mazza, Bisceglia, Imbimbo, Arario, D’Acunto. Allenatore: Mattiacci.

APRILIA RACING Manasse, Vitolo (53’ Crescenzo), Camara, Esposito, Mattia (46’ Fé), Corvia (93’ Campagna), Olivera, Spano, Rocchino (64’ Vespa), Montella, Zaccaria (77’ Pezone). A disp. Saglietti, Agolini, Lapenna, Putti. Allenatore: Greco.

ARBITRO Capriuolo di Bari. ASSISTENTI Fumarulo di Barletta, Damiano di Trapani.

MARCATORI Guarracino 29’pt (P), Crescenzo 15’st (A), Arpino 49’st (P)

Note: ammoniti Torino, Arpino, Corvia, Rocchino, Pezone. Recupero: 1’ p.t., 4’ s.t.

L’Aprilia Racing esce furiosa dalla trasferta in casa del Portici perdendo 2-1 al 94’ con troppe decisioni arbitrali che hanno lasciato molto a desiderare, mal coadiuvato dagli assistenti.

Nella prima frazione di gioco la squadra di mister Greco si rende più volte pericolosa dalla distanza ma sono i padroni di casa a passare in vantaggio al 29’ sfruttando un contropiede con Improta che serve Guarracino, bravo a superare Manasse per l’1-0. Dopo appena due minuti di gioco l’Aprilia Racing va ad un passo dal pareggio con capitan Ruben Olivera che chiama Torino al miracolo. Il primo tempo si chiude senza ulteriori emozioni con la ripresa che vede il pareggio dell’Aprilia Racing dopo 15 minuti grazie a Daniele Crescenzo: il calciatore ospite sfrutta uno schema su calcio d’angolo e realizza la rete dell’1-1. Da lì in poi accade di tutto con diverse nitide palle gol avute dagli ospiti con Spano e Pezone: l’Aprilia reclama un calcio di rigore evidente non fischiato a Daniele Corvia al 35’, fermato in modo falloso in area di rigore. E un gol messo a segno sempre da Crescenzo viene annullato dal direttore di gara. Nel finale si materializza una vera beffa al 49′ con la rete del Portici firmata da Arpino sugli sviluppi di un calcio di punizione con un assist di testa per il numero 5 del club partenopeo che, in posizione di netto fuorigioco, realizza il definitivo 2-1. Proteste veementi da parte dell’Aprilia Racing Club che esce dallo stadio San Ciro perdendo in modo assolutamente immeritato a causa di troppe sviste arbitrali che, a conti fatti, hanno condizionato il risultato finale. 

In this article

Lascia un commento