Real Monterotondo Scalo è una coppa bellissima

la formazione di Bruno Saccà e David Centioni vince per la prima volta la Coppa Italia e ora può tentare la scalata alla D per due vie

127
127

REAL MONTEROTONDO SCALO-VILLALBA OCRES MOCA 2-1

Real Monterotondo Scalo: Baldinetti 7,5, Giordano 7 (dal 70′ Passeri sv), Passiatore 7,5, Politanò 7. Albanesi 6,5, Lalli 7,5, Fiorucci 7,5, Bellardini 7, Collacchi 7 (dal 74′ Pascu 6,5), Tilli 6,5 (dall’84’ Palma sv), Lupi 8,5. A disp: Santi, Palmarucci, D’Orazi, Lanzoni, Baldassi, Braccio. All. David Centioni 9
Villlalba Ocres Moca: Mosciatti 6, Mascioli 7 (dal 90’Petruccioli sv). Langiotti 6,5, Scotto di Clemente 6,5, Taverna 6,5 (dal 46′ Belvisi 6,5), Ranieri 7 (dal 75′ Spurio 6), Bari 6,5 (dall’83’ Aureli sv), Hrustic 6,5, Regis 5, Mereu 6,5, Eloy Alfonsetti sv.(dal 20′ Di Giovanni 7). A disp. Pagella, Alfonsetti Ernesto Antonio, De Luzi, Pulci. All. Diego Leone 7

Arbitro: Colecchi di Ostia (7)

Reti: 28′ Lupi (RMS), 36′ Di Giovanni (V), 46′ Fiorucci 46 (RMS)

Note:ammoniti Baldinetti, Giordano, Politanò, Collacchi, Ranieri, Hrustic, Di Giovanni, Belvisi. Angoli 5-4 per il Real Monterotondo Scalo.

Real Monterotondo Scalo che iscrive il proprio nome nell’Albo d’oro della Coppa Italia di Eccellenza, succedendo al Team Nuova Florida che alla fine della stagione scorsa venne promosso in D.
La compagine di Bruno Saccà e Diego Leone vince 2-1 con il Villalba Ocres Moca, al cospetto di una formazione, quella tiburtina che fino all’ultimo si è disimpegnata per mettere i bastoni tra le ruote alla formazione della via Salaria.
E’ stata una vittoria che gli eretini dello Scalo hanno costruito nella prima frazione di gara con la rete decisiva siglata proprio allo scadere della stessa.
Si fa vedere subito in avanti l’undici di Centioni con Tilli, al 10′ che trova la deviazione di Mereu in angolo.
Al 13′ Collacchi prova a mettere in mezzo per Tilli che al momento di andare alla conclusione viene anticipato da un difensore tiburtino.
Lo Scalo insiste ma Tilli al momento di calciare scivola e l’azione sfuma.
Al 28′ arriva il vantaggio della formazione del presidente Bruno Saccà; sugli sviluppi di un calcio d’angolo ,la sfera torna sui piedi di Lupi che, con un meraviglioso tocco d’esterno manda la sfera ad infilarsi alle spalle di un sorpreso Mosciatti.
Il Villalba non ci sta e reagisce alla ricerca del pareggio; al 34′ azione pericolosa in area della formazione di Centioni con Di Giovanni, entrato al 20′ al posto dell’infortunato Eloy Alfonsetti, anticipato in angolo al momento di calciare in porta, ma sugli sviluppi del corner è lo stesso numero 16 tiburtino che, appostato a pochi passi dalla linea di porta, non può fra altro che insaccare alle spalle di un Baldinetti che non poteva far nulla nella fattispecie.
Al 44′ punizione di Mereu che termina di poco fuori.
Il pareggio, al riposo, avrebbe accontentato entrambe le contendenti ma allo scadere della prima frazione arriva il nuovo e definitivo vantaggio del Real Monterotondo Scalo ed è un gol bellissimo soprattutto per come è stato costruito.
Lalli apre per Collacchi sulla destra che supera l’avversario diretto e offre palla a Lupi, l’atore del momentaneo 1-0 lascia la sfera a Fiorucci che supera Mosciatti per il 2-1.
Il Villalba Ocres Moca ci prova, nella prima parte della ripresa, a rientrare in corsa ma la conclusione di Hrustic a botta sicura è respinta dal giovanissimo estremo difensore di David Centioni.
Al 20′ occasione d’oro sui piedi di Regis ma l’attaccante del Villalba calcia debolmente a lato.
A un quarto d’ora dalla fine Centioni mette dentro l’esperto Pascu in luogo di Collacchi.
Poco dopo Tilli pecca di egoismo calciando fuori.
Nel finale Pascu ha sui piedi la palla della sicurezza ma Mosciatti tiene in partita la compagine di Pietro Scrocca e Diego Leone.
Alla fine trionfa il Real Monterotondo Scalo che ora avrà 2 strade, campionato e Coppa per raggiungere quel sogno chiamato serie D.

In this article

Lascia un commento