Roma Caput Mundi, dove l’aggregazione è di casa

Presentato il torneo che aggrega diverse scuole calcistiche europee giunto alla 14° edizione e alla 4° per la selezione femminile

72
72

Roma Caput Mundi, dove l’aggregazione è di casa

 

Il Roma Caput Mundi è stato fin, dalla sua prima edizione, capace di aggregare ragazzi delle più diverse etnie e culture. Quella dell’aggregazione e del sociale è l’obiettivo del Comitato Regionale Lazio nella persona  del Presidente Melchiorre Zarelli, dei suoi consiglieri e collaboratori, del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, e del Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò.
Al Salone d’onore del CONI si è svolta la cerimonia di presentazione della 14esima edizione del Torneo Roma Caput Mundi che, da quest’anno, vedrà tra le partecipanti la formazione Under 18 del Frosinone; questo per porre risalto ai rapporti che intercorrono tra il Comitato Lazio e la provincia frusinate.
L’edizione femminile, denominata “Il Calcio è rosa”, è arrivata alla quarta presenza con la partecipazione di 4 squadre italiane e 4 straniere. I Presdienti Zarelli, Sibilia e Malagò hanno evidenziato l’importanza di un movimento, quello delle donne, sempre più in crescita.
Nel Roma Caput Mundi tra le squadre iscritte c’è la nazionale Under 18 della LND, formazione capace di vincere per ben 4 volte: solo la Romania è riuscita nell’impresa di far meglio.
La squadra guidata dall’ex centrocampista di Udinese, Lazio e nazionale azzurra Giuliano Giannichedda sarà impegnata, altresì, al Torneo di Viareggio, dove dovrà affrontare un girone di ferro insieme a Milan, Bofafogo e New York. I presidenti prima di presentare i due tornei, Roma Caput Mundi al maschile e il Calcio è Rosa al femminile, hanno voluto ringraziare prima di tutto tutti i ragazzi e ragazze partecipanti e soprattutto le ambasciate di Moldova, Inghilterra e Kosovo.
Il presidente della LND Cosimo Sibilia ha sottolineato l’importanza dei Tornei, maschile e femminile per l’aggregazione e il confronto tra varie scuole calcistiche del nostro continente anche se in passato si è avuta la partecipazione di selezioni di Africa, Asia e Sud America.
Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha parlato dell’importanza dei giovani che sono il futuro, sottolineando che è proprio dai giovani che il nostro calcio deve ripartire, come è stato anche per la nazionale maggiore che, con l’apporto di questi è riuscita a qualificarsi per la fase finale degli Europei chiudendo il proprio girone a punteggio pieno.
Per quanto riguarda il settore maschile queste sono le squadre partecipanti:
Girone A. Galles, Inghilterra, Italia LND, Moldova
Girone B: CR Lazio, Frosinone, Grecia, Kosovo

Finale allo stadio “Anco Marzio” di Ostia venerdì 21 febbraio h 11

La sezione femminile il Calcio è Rosa vede le partecipazione di:

Girone A: CR Abruzzo,Grifone Gialloverde, Inghilterra, Moldova
Girone B:Bolzano ( Rappresentativa Comitato Provinciale Autonomo), Cr Lazio, Galles Colleges e Kosovo.

Finale Stadio Aristide Paglialunga di Fregene venerdì 21 febbraio h 10

In this article

Lascia un commento