L’Atletico Lodigiani doma l’Indomita Pomezia in 10

La formazione di Piantadosi vince nonostante l'inferiorità numerica durata per più di un'ora...

68
68

ATLETICO LODIGIANI- INDOMITA POMEZIA 3-1

Atletico Lodigiani: Cittadini 6; Guerrieri 6 (33’ Orchi 6), Marchizza 6, Della Canfora 6 (Ranieri), Ceccarini 6; Micheli 6; Scartocci 7,5, Demofonti 6,5, Gori 8,5 (92’ Barba), Di Nolfo 6,5 (22’ Santucci 6,5), D’Ottavi 6 (Guidotti s.v.). A disp.: Ciotti, Sassu, Miglio, Iovine All. Piantadosi.

Indomita Pomezia: Spina s.v. (26’ Nana Chenga 7,5); Lahrac 6,5, Carruba 5, Gabrieli 5, Oliva 5; Del Grosso A. 5, Giacoia 5 ( 56’ Aiello 6), Bacchiocchi 5,5 (83’ Laoretti sv ), Cariello 5,5 (56’ Roversi 6), Seferi 6, Medei 5 (83’ Breda). A disp.: Campo, Cacciaglia, Del Priore, Del Grosso R. All. Aiello

Arbitro: Bosco di ostia lido Assistenti: Neroni Beatrice e Victor Viziru

Reti: 1’ e 70rig Gori, 63’ Lahranch, 91’ Santucci.

Note: espulso Demofonti Ammoniti: Micheli ( Lodigiani ) e Del Grosso A. (Indomita)

ROMA. L’Atletico Lodigiani, con una prestazione d’altri tempi fatta di determinazione, aggressività, lucidità, intelligenza tattica doma, seppur in inferiorità numerica per oltre un’ora, l’Indomita Pomezia con un perentorio 3-1.
Squadre disposte con speculari sistemi tattici (4-3-3) ma bastano 15 secondi ai ragazzi di Piantadosi per indirizzare l’incontro in loro favore: Demofonti, che al 33’ verrà espulso immeritatamente, dalla sinistra pennella un cross per Gori, il colpo di testa viene respinto da Spina, che nell’occasione si farà male e più tardi sarà costretto ad abbandonare il campo, sulla ribattuta lo stesso Gori spinge in rete la palla (1’).
La reazione degli ospiti è generosa ma inconcludente, troppo lenta la manovra che non mette in difficoltà un’ attenta retroguardia dei padroni di casa, e genera una sola opportunità per ristabilire l’equilibrio: è il 12’ Seferi nonostante il contatto con Cittadini, che lo fa terminare a terra e reclamare il rigore, riesce a servire centralmente Cariello che dall’altezza del dischetto del rigore a colpo sicuro si fa respingere la conclusione.
Si rivede in avanti l’Atletico Lodigiani con Demofonti che premia l’inserimento senza palla di Scartocci con un assist leggermente impreciso che finisce innocuo sul fondo.
Al 33’ l’episodio che potrebbe essere determinante per il prosieguo del match e il suo risultato finale: contatto in area tra Seferi e Demofonti il numero 10 ospite va a terra conquistando il penalty e l’esterno alto dell’Atletico Lodigiani viene ingiustamente espulso. Dagli undici metri, dopo 5 minuti di sospensione per le veementi proteste dei padroni di casa e l’intervento dello staff della croce rossa per un malore a Guerrieri, lo stesso Seferi sbaglia e si rimane sull’ 1-0.
Seppur in inferiorità numerica la squadra di Piantadosi sa rendersi maggiormente pericolosa e a farsi preferire tant’è che nei 5 minuti di recupero della prima frazione sfiora per due volte il raddoppio prima con D’Ottavi (48’pt) e poi con Di Nolfo (51’pt) i cui tiri mancini vengono ottimamente neutralizzati dal portiere ospite Nana Tchenga, subentrato a Spina al 26’.
Nella ripresa lo svolgimento ricalca quello della prima frazione con ospiti avanti in maniera prevedibile e confusionaria e padroni di casa che ogni qualvolta si distendono in avanti creano grattacapi come al 3’ quando Scartocci chiama Nana Chenga ad una grande parata e Di Nolfo (17’) colpisce la traversa.
In maniera sorprendente ed estemporanea dagli sviluppi di un angolo battuto dalla sinistra Lahranch (18’) con un colpo di testa in tuffo regala il pari agli ospiti.
Pochi minuti e Gori, uno dei migliori per i suoi oggi, conquista un rigore che lui stesso si incarica di battere e trasforma (25’) riportando meritatamente i suoi avanti.
Secondo legno colpito dall’Atletico Lodigiani con Scartocci (42’), altro giocatore da annoverare tra i migliori, e poi in pieno recupero (46’) Santucci finalizza un contropiede magistralmente portato avanti da Gori.
L’Atletico Lodigiani conquista la sua prima vittoria stagionale, dopo un pareggio e una sconfitta, e lo fa davanti al proprio pubblico. Su tutti Gori, autore di una doppietta, e Scartocci, uomo di quantità e qualità, playmaker ed equilibratore di una squadra piacevole e sempre propositiva.
L’Indomita Pomezia si dimostra squadra generosa, grintosa ma nulla più e non sfrutta la superiorità numerica avuta per oltre un’ora, su gentile regalo del signor Bosco di Ostia lido, peggiore in campo in assoluto.

Domenico Santucci

 

Foto dalla pagina Facebook Atletico Lodigiani

In this article

Lascia un commento