Corneto Tarquinia e Paliano qualificazione sofferta ma con merito

Per Corneto e Paliano la qualificazione arriva solo nel finale

601
601

Ritorno quarti coppa

Atletico Torrenova-Compagnia Portuale 1-3 (2-2)
Ferentino-Vis Sezze 3-3 (0-2)
Accademia Calcio Roma-Corneto Tarquinia 3-2 (1-3)
Palestrina-Paliano 2-2 (1-2)

 

In grassetto le qualificate, tra parentesi il risultato dell’andata

Compagnia Portuale, Corneto Tarquinia, Vis Sezze e Paliano sono loro le 4 semifinalista di Coppa così divise in base al girone di appartenenza: 2 del girone A Compagnia Portuale e Corneto Tarquinia, una del C Vis Sezze e il Paliano inserita nel girone D.
Tutte le semifinaliste si stanno ben comportando in campionato; i civitavecchiesi e gli etruschi sono primi a pari merito nel loro girone, lo stesso si può dire della compagine di Catanzani mentre il Paliano è posizionata al secondo posto appena dietro alla rivelazione Pontinia nel girone D
Tante le reti segnate nelle gare di ritorno dei quarti di finale ben 19.
A Ferentino si è chiusa sul 3-3 la sfida tra i locali guidati da Francesco Pippnburg e la Vis Sezze che , dopo il 2-0 dell’andata ha imposto il pari ai granata grazie ad un Antonucci in formato super e autore di una personale tripletta. Al Ferentino non è bastato l’iniziale doppio vantaggio con Piscopo e D’Arpino con ilprimo che concedeva il bis ad inizio ripresa.ò
Non basta all’Accademia di Antonello Ciancamerla la vittoria per 3-2 sulla Corneto Tarquinia che all’andata ha segnato lo stesso numero di reti ma ne ha subite una in meno, decisiva per la formazione di Del Canuto la rete di Loi in pieno recupero.
Scardini nel primo tempo portava avanti l’Atletico Torrenova ma nella ripresa si svegliava Tabarini che siglava una doppietta e nel finale Ruggiero metteva al sicuro la qualificazione per l’undici di Paolo Caputo.
Fazi portava in vantaggio il Pliano allo “Sbardella” al 16′ e Romaggioli siglava a pochi minuti dalla fine il definitivo 2-2 che portava la formazione di Francesco Russo in semifinale nonostante le reti dell’undici di via Pedemontana ad opera di Turmalay e Ceccarelli.

In this article

Join the Conversation