Real Monterotondo Scalo sinfonia pometina a forza 4

132
132

Real Monterotondo Scalo sinfonia pometina a forza 4

La squadra di Via Salaria un rullo compressore

 

Pomezia-Real Monterotondo Scalo 1-4

Pomezia: Santi, Lo Pinto, De Marchi, Ruggiero, Ferrari, Morelli, Italiano, Panella (84’ Tortora), Bussi, Mezzina (67’ Vanini), Bizzaglia (75’ Gamboni). A disp: Pinna, Perendellini, Conti, Gallo, Arduini, Fonticelli. All. Gagliarducci.

Real Monterotondo Scalo: Proietti, Ponzi, Albanise, Pasqui, Passeri, Lalli (91’ Grappasonni), Tilli (87’ Perutti), Fiorucci (59’ Bornivelli), Pascu (68’ Baldassi), Sganga (82’ Bellardini), Lupi. A disp: Baldinetti, Friano, Saccuti, Pecorari. All. Gregori.

Arbitro: Di Biasio di Formia.

Reti: 20’ Sganga (R.M.S.); 41’ Pascu (R.M.S.); 47’ Bussi (P., rigore); 59’ Lalli (R.M.S., rigore); 91’ Baldassi (R.M.S.).

 

di Emanuele Vignoli

 

Pomezia (Roma) – Il Real Monterotono Scalo centra e ottiene la quinta vittoria su cinque gare disputate. Il Pomezia rimedia la quarta sconfitta consecutiva contro i primi della classe, che hanno ben figurato anche in questa sesta giornata. Dell’undici di Attilio Gregori va detto che il primo posto in classifica a punteggio pieno è più che meritato.

Pomezia che si schiera con la solita difesa a 4 a protezione di Santi, affolla il centrocampo Mister Gagliarducci alla ricerca di azioni di rimessa, Italiano e Bizzaglia spesso sono defilati. L’unico punto di riferimento offensivo resta spesso Bussi.

Diversa la disposizione in campo per il Monterotondo: una sorta di 4-3-3 che vede come punte il veloce Tilli a destra e Pascu al centro. mentre Lupi si incrocia a sinistra spesso con Sganga e Albanise, terzino sinistro impegnato a “sgommare” sulla fascia sinistra. Buone le prove di Lalli e Fiorucci in mezzo al campo.

La prima frazione vede subito il Pomezia in attacco: su azione d’angolo Mezzina pennella un bel pallone per la testa di Bizzaglia che incorna spedendo il pallone fuori. Risponde Lalli da lontano ma Santi respinge. Al 20’ Pascu in area serve Sganga, sinistro preciso quanto forte e festa per l’uno a zero esterno. Al 41’ arriva il raddoppio: Tilli scappa a destra, inventa per Pascu che di sinistro batte Santi. Due a zero.

Nella ripresa cala il ritmo. Al 2’ un fallo di Ponzi su Italiano è punito dal Signor Di Biasio di Formia con la massima punizione: Bussi realizza il due a uno che concede speranze ai padroni di casa. Al 14’, però, il Pomezia si fa trovare sbilanciato: stavolta è De Marchi a fare fallo sullo sgusciante Tilli, con la concessione di un altro calcio di rigore, stavolta per il Monterotondo. Dagli undici metri realizza Lalli, nonostante avesse intercettato il tiro Santi. Potrebbe riaccorciare le distanze il Pomezia con il nuovo entrato Vanini, ma il sinistro è respinto da un attento Proietti (29’). Allo scadere (46’) il Real Monterotondo Scalo fissa il punteggio sul quattro a uno Baldassi.

In this article

Join the Conversation