Cerveteri, prova di sostanza con il Pomezia: 3-0

99
99
CERVETERI-POMEZIA 3-0
Cerveteri: Portoghesi, Palmarucci (58’ Dragonetti), Al Housari (83’ Carnevali), Filangeri (67’ Pugliese), Di Mauro, Treccarichi, Laurato (83’ De Angelis), Silvagni, Di Mario, Federici, Di Giovanni (58’ Manzari). A disp. Mastropietro, Ranucci, Savarino, Paraschiv. Allenatore: Alberto Mariani.
Pomezia: Santi, Lo Pinto (73’ Tortora), De Marchi, Panella (80’ Conti), Ferrari, Morelli, Gamboni, Ruggiero, Bussi (51’ Bizzaglia), Italiano (41’ Gallo), Vanini (80’ Mezzina). A disp. Pinna, Fonticelli, Perendellini, Arduini. Allenatore: Cristiano Gagliarducci.
Arbitro: Sig. Bernardini di Ciampino. Assistenti Arbitrali: Sigg. Poggetti e Grasso della Sezione AIA Roma1.
Reti 22’ Di Mario (rigore), 51′ Federici, 79′ Manzari.
Note: espulso De Marchi (P.) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Al Housari, Filangeri, Panella, Ruggiero.
Settima giornata di campionato in Eccellenza e turno infrasettimanale allo stadio “Enrico Galli”, dove si affrontano due compagini in qualche maniera sicuramente non proprio entusiaste, dell’andamento intrapreso in questa particolare appendice di un’annata calcistica, scandita inevitabilmente dalla pandemia mondiale.
Il Città di Cerveteri si presenta all’evento con 7 punti incassati, soltanto 2, invece, per il Pomezia.
Nei verdeazzurri debutta dal primo minuto il giovane prospetto Al Housari, tra gli ospiti coppia d’attacco pesante composta da Bussi e Italiano.
Gara che parte in equilibrio ma ben presto è la compagine di casa ad indirizzarla sul binario a lei più consono grazie ad un tiro dagli undici metri, concesso dall’arbitro Bernardini di Ciampino, che Di Mario si procura e tramuta nel punto valido del parziale 1-0.
A nove minuti dal duplice fischio del direttore di gara la formazione diretta da Gagliarducci viene fortemente penalizzata da De Marchi, che rimedia un secondo cartellino giallo lasciando i compagni in inferiorità numerica per tutto l’arco dell’incontro.
Da segnalare l’ottimo primo tempo disputato dal talento Luca Di Giovanni, che praticamente ha messo a soqquadro, con le sue fantasiose giocate, l’intera retroguardia schierata sul sintetico del “Galli” da Gagliarducci.
Ad inizio ripresa gli etruschi mettono in cassaforte il successo grazie ad un assolo sulla fascia di Silvagni, bravo a trovare con un bel cross la testa dell’esperto Federici implacabile, nella circostanza, a gonfiare per la seconda volta la rete dei rossoblu.
Il Pomezia tenta comunque con orgoglio la via del gol con Gamboni al 17°: sublime col controllo orientato a saltare Portoghesi ma, subito dopo, non reattivo nel trovare il tempo giusto per batterlo.
I calciatori pontini sono insidiosi pure al 30′ grazie a un sinistro scagliato da distanza siderale da Gallo su cui il baby-portiere locale si oppone coi pugni in tuffo.
Fiutato il pericolo il Città di Cerveteri trova nuovamente il canale giusto per confezionare una comoda vittoria rotonda. 34′: sale in cattedra il ventunenne Manzari che parte in slalom, poi fredda Santi con una sassata portando così in dote ai suoi la terza marcatura della giornata.
Per il Città di Cerveteri arriva dunque la terza vittoria in questo campionato: la seconda in casa dopo quella rocambolesca ottenuta ai danni del Fiumicino.
I verdeazzurri salgono così a quota 10 punti nella classifica generale.
Gabriele Tossio

 

In this article

Join the Conversation