Atletico Lodigiani-Luiss Roma 4-5

93
93

Atletico Lodigiani – Luiss: festa del gol

 

ATLETICO LODIGIANI-LUISS 4-5

Atletico Lodigiani: Cittadini, Passi (81’ Schettini), Marchizza, Dabo, Karas (30′ Di Nolfo), Barba (81’ Ruggieri), Scartocci (69’ Ceka), Shahinas, Francesco Demofonti, Marco Demofonti, Guidotti. A disp. Simig, Baiardi, Sarrocco, Della Canfora, Roberti. Allenatore: Piantadosi.

Luiss: Cuzzocrea, Abate, Canella (71’ Viceré), Le Rose, Lapertosa (89’ Gori), Palladini, Biraschi (78’ Martucci), Greco, Guerani (57’ Bruno), Nolano, De Vincenzi. A disp. Borrelli, Manzini, Mo, Palazzolo, Tummarello. Allenatore: Ledesma.

Arbitro: D’Eranio di Formia. Assistenti: Bianchi e D’Agostino entrambi della Sezione AIA Roma1.

Reti: 3′ Greco (L.), 15′ De Vincenzi (L.), 30′ F. Demofonti (A.L.); 52′ Dabo (A.L.), 56′ Di Nolfo (A.L.), 75′ Greco, 80′ De Vincenzi (L.), 83’ Ruggeri (A.L.), 85’ Viceré (L).

Note: espulso M. Demofonti all’88’ per condotta gravemente scorretta (reiterate proteste). Ammoniti Shahinas, Biraschi, F. Demofonti.

Il calcio è un gioco meraviglioso, è una frase che si sente con frequenza. Ma altrettanto spesso non viene capita fino in fondo. Quella del “Francesca Gianni”, tra Atletico Lodigiani e Luiss, è una di quelle partite perfette per accompagnare e far comprendere pienamente questo concetto. Altrettanto nelle scuole calcio per far capire la difesa.

Primo tempo – Le squadre si presentano in campo entrambe colpite da infortuni e squalifiche. I padroni di casa in particolare, che si troveranno a dover schierare titolari addirittura 6 “Under” ma non si lascia intimorire cercando subito la fase offensiva. Ma parte forte anche la Luiss che si trova subito in vantaggio con Greco. Il numero 8 degli universitari di Ledesma, appena dentro l’area di rigore e da posizione decentrata, fa partire un sinistro a giro che va a infilarsi nell’angolino alle spalle di Cittadini, impietrito.

L’Atletico Lodigiani prova ad alzare il ritmo ma alla squadra tiburtina manca l’ultimo passaggio. Al 10’ è lo stesso Cuzzocrea a rischiare rinviando addosso a Demofonti; nulla di fatto alla fine col pallone che scivola sul fondo. Passano 3 minuti e la Luiss trova anche il raddoppio, questa volta con De Vincenzi che, da rapace dell’area di rigore, schiaccia di testa insaccando il cross da calcio di punizione di Nolano. Un pallone bucato da almeno un paio di difensori dell’Atletico Lodigiani, decisamente non eccellenti nell’occasione. E le falle delle retrovie si materializzano anche un minuto dopo, quando Karas rischia di metterla nella propria porta, colpendo “solo” la traversa.

L’Atletico Lodigiani (25′) va vicino al gol. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla arriva a Scartocci che, da fuori, si porta il pallone il avanti e prova il tiro potente incrociando, col la palla che sfiora il palo alla destra di Cuzzocrea. Gol che arriverà al 30′ con F. Demofonti, bravo a riprendere un pallone basso e centrale respinto dalla difesa della Luiss, e a tirare di prima con il cuoio che entra sul primo palo. 1-2. Si conclude così un primo tempo più che divertente, ma che nessuno immaginava fosse il preludio di una seconda frazione ancora più bella.

Secondo tempo – Sono subito i padroni a cercare di riprendere in mano il pallino del gioco, rinvigoriti dal gol e rientrati in campo con una grinta diversa.

Dopo appena 4’ minuti è Demofonti a sfiorare il pareggio, con la conclusione ravvicinata che viene respinta da Cuzzocrea. 2-2 che arriva al 7′: calcio di punizione dalla sinistra battuto da Shahinas e palla che arriva sulla testa di Dabo, bravissimo a staccare di testa e a incrociare, mandando controtempo il portiere degli accademici.

La squadra di mister Piantadosi non è contenta e comincia a riversarsi in attacco, tant’è che all’11’ trova anche il gol del vantaggio. Avviene con Di Nolfo che ,dopo una percussione centrale e un paio di rimpalli, si trova a tu per tu con Cuzzocrea e incrocia perfettamente il rasoterra firmando il 3-2.

La partita poi scende in una lenta dormiveglia che solo un sussulto può ravvivare. E arriva, con Greco protagonista. Su un calcio d’angolo, dopo una serie di tocchi in area di rigore, il pallone carambola sui suoi piedi. L’8 della Luiss è lesto, a due passi dalla porta. E’ il 30’, 3 a 3.

32’: l’Atletico rischia di passare di nuovo in vantaggio, su una doppia occasione che coinvolge prima Dinolfo e poi Demofonti ma Cuzzocrea è bravissimo, a respingere su entrambi.

35’: il gol lo segna la Luiss, stavolta con Di Vincenzo, che ruba palla a Marchizza e a segnare con un tocco d’esterno nell’angolino. L’Atletico risponde immediatamente. 38′: Ruggeri, entrato appena dopo il gol, trova l’angolino con un tiro da fuori non irresistibile ma visto all’ultimo da Cuzzocrea. 4-4. Momentaneo perché la squadra di mister Ledesma non ci sta e al 40’ trova il gol che decide tutto, con un altro neo-entrato, Viceré. Che, non marcato sulla tre-quarti, viene servito da Martucci con lo scavetto su Cittadini, mettendo fine a una partita al cardiopalma che ha tenuto incollati ai sedili quei pochi fortunati che hanno potuto vederla.

Ricordando che il calcio è un gioco meraviglioso.

In this article

Join the Conversation