Paliano, che impresa. Tivoli bene: Luiss girandola di reti

117
117

Paliano, che impresa. Tivoli bene: Luiss girandola di reti

Il punto del VII turno, quello del riposo del Sora

 

Inizia con una partita in meno l’ultimo girone del campionato di Eccellenza, per il rinvio di Casal Barriera-Città di Anagni a causa della “prevenzione anticontagio Covid”. Ma non per questo meno il turno di mercoledì 12 è risultato meno spettacolare con le altre squadre che, regolarmente in campo, hanno dato il meglio.
La più spettacolare poi non può non essere ritenuto la sfida del “Francesca Gianni” tra Atletico Lodigiani e Luiss con la formazione di Ledesma vittoriosa per 5-4. E’ stata una delle sfide più belle di questa stagione.
Partono a razzo i calciatori dell’università capitolina, che dopo neanche un quarto d’ora con il letale uno-due a opera di Greco e De Vincenzi. La partita sembrerebbe indirizzata verso un unico binario. Ma l’Atletico Lodigiani non ci sta e complice anche un assetto più offensivo, alla mezz’ora accorcia le distanze con Francesco Demofonti.
Nella ripresa l’Atletico Lodigiani reagisce alla grande, con due gol in 4 minuti, con Dabo e e Di Nolfo che ribaltano l’esito portandosi sul 3-2. Passano altri 20’ e la Luiss trova il pareggio, con la doppietta di Greco, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Poi De Vincenzi, forse preso da un moto di invidia verso il compagno di squadra, piazza la doppietta individuale all’80’, e le emozioni non sono ancora finite. Infatti è Ruggeri a rimettere tutto in equilibrio, subentrato dopo il gol del 4 a 3: ci mette solo tre minuti per incidere e metterla dentro da fuori per il pareggio. La compagine di mister Ledesma però è affamata e, complice anche una linea difensiva non eccellente dell’Atletico, trova il gol con Viceré, autore di un ottimo inserimento. Si conclude quindi 4 a 5 per la Luiss, per una partita di quelle che non si sa mai quando aspettarsi emozioni.
Non meno spettacolare ma molto meno in bilico la partita che vede affrontarsi Atletico Vescovio e Audace, con la squadra di Genazzano giunta al primo successo in campionato. E D’Urso sugli scudi, per i tre gol segnati.

Il primo tempo sembra preannunciare una partita molto equilibrata tra le due squadre, con gli ospiti che passano in vantaggio solo nel recupero del primo tempo proprio col loro bomber. Nel secondo tempo si ripete e dopo solo 5’ minuti sigla il raddoppio. Si arriva alla mezz’ora e su calcio di rigore è Criscuolo, a realizzare il tris. Seguito dallo 0-4 di D’Urso, che si è portato il pallone a casa per la tripletta. Al minuto 89, poi, è Lampis, a chiudere il tabellino dei marcatori di un secondo tempo mai in discussione. Primi tre punti per gli ospiti che potranno affrontare le prossime sfide con una consapevolezza diversa, con qualche paura in meno ma anche per qualche rimpianto in più, per com’è andata finora.
In ottica di vertice la Tivoli vince il derby tiburtino con il Villalba Ocres Moca, per 3 a 0. Dopo 21’ sono i padroni di casa a passare in vantaggio grazie al gol di Morbidelli. Al 44’ altro evento che indirizza la partita, con De Luzi che prende il secondo “giallo” e lascia in 10 il Villalba. Tutto ciò rende tutto molto più complicato per la squadra di Guidonia. Il secondo tempo inizia in modo diverso e Danieli raddoppia; al 13’, con il Villalba frastornato, tenuto distante anche dal terzo gol, segnato da Mancini.
Partita più in bilico ma non meno divertente invece, quella tra Città di Paliano e W3 Roma Team. Alla vigilia era la gara che avrebbe permesso ai calciatori capitolini di superare il Sora, “fermato” dal turno di riposo.
E sicché la compagine dell’Eur era passata al 31’ con Azzawi, indirizzando una gara che sembra già spedita su certi binari. Ma i padroni di casa non ci stanno e a inizio secondo tempo trovano prima il pareggio. Poi il vantaggio dopo 12’, e in entrambi i casi per la doppietta di Martinoli. La rete di Damiani al 17′ rimette tutto in discussione con il parziale 2-2.

Il Paliano, dopo aver provato l’ebbrezza della vittoria, non ci sta e ci crede, trovando il gol del vantaggio al 90’, questa volta col subentrato Nuzzi. E’ lui, il più bravo a sfruttare l’amnesia difensiva dei romani, e a decidere una partita che è stata in bilico fino all’ultimo.
Si conclude così una fantastica giornata, capace di regalare dei risultati in bilico. Tanti gol e tante, tantissime emozioni, che fanno vivere il calcio sempre in modo diverso.

Francesco Liotta

In this article

Join the Conversation