Unipomezia e Lupa le due “superpotenze” del Girone B

108
108

Unipomezia e Lupa le due “superpotenze” del Girone B

 

Il Girone B si conferma molto divertente, con la prolifica Unipomezia che ribadisce la sua leadership, pur con una partita, quella contro il Gaeta, da recuperare. La differenza, al momento, è minima, nei confronti della Lupa Frascati.

I giocatori pometini chiudono facile la pratica FalascheLavinio con un netto 4 a 0. I numeri confermano che quello della prima in graduatoria sia e resti il miglior attacco, ma l’efficace Unipomezia presenta alle statistiche anche la miglior difesa del girone. Al termine del primo periodo di gioco il risultato diceva già 3-0, grazie alle reti segnate da Massella, De Marco e di quel gran talento che è il romano Piro. Di Rossi il gol che ha piazzato il poker, arrivato nel secondo tempo di una partita mai stata realmente in discussione.

Alla scattante Unipomezia di questi tempi resta in scia, dicevamo, distaccata di un solo punto, la Lupa Frascati, che all’8 Settembre ha saputo piegare la resistenza della Pro Calcio Tor Sapienza grazie a un gol per tempo. Rete di Sebastiani poi di Ramos Muzzi. Una partita che sicuramente avrebbe meritato un risultato più rotondo viste le occasioni avute dai padroni di casa, ma che comunque permette di rimanere ai ragazzi di Pace vicini all’avversaria di un girone intero, la plausibile Unipomezia. E farle sentire il proprio fiato sul collo dei pometini con il confronto diretto da giocare ai Conti di Tuscolo.

Risultato del tutto inaspettato, al contrario, per la quarta forza del campionato, l’Astrea. La squadra ministerale cade in casa dell’Indomita Pomezia, perde 2 a 0 e smarrisce l’occasione di agganciare l’Anzio terzo, che ha osservato il turno di riposo. Indomita che ci mette tanto cuore e tanta grinta, trovando un gol per tempo – alcuni direbbero all’inglese – prima con Mastrogiovanni quindi con Oliva. Vittoria che non serve solo a dare respiro, ma utile anche per distaccarsi dalla penultima FalascheLavinio. E ad avvicinarsi al gruppetto degli 8 punti, composto da Gaeta, Campus Eur, Pro Calcio Tor Sapienza e Centro Sportivo Primavera.

Questo anche perché al “Mario Tobia” esce un pareggio a reti bianche tra Campus Eur e Centro Sportivo Primavera. Sfida mai noiosa, con i portieri protagonisti che hanno dato spettacolo e hanno permesso a entrambe le squadre di tornare a casa indenni. Rondinelli è stato l’argine insormontabile, per i sogni di un miglior raccolto dei ragazzi, tanti giovani, di Sasà Cangiano.

Un altro pareggio, ma con diverse reti, ben 6, è sortito da Sporting Ariccia-Gaeta. Le  due squadre non hanno mollato nulla e hanno dato spettacolo fino all’ultimo. Vanno in vantaggio gli ariccini, col il gol di Longo su calcio di rigore a cui risponde Palumbo dopo una manciata di minuti. Longo segna la doppietta e lo Sporting va all’intervallo sul 2-1.

Poi succede di tutto negli ultimi minuti della seconda frazione. In particolare negli ultimi 10 minuti, con i biancorossi gaetani che prima trovano il pareggio ( 84’) grazie alla doppietta di Palumbo; poi passano addirittura in vantaggio al 90’ grazie al gol di Celli. Sembra finita ma la squadra dei Castelli Romani non ci sta. E, a metà del recupero, trova l’insperato pareggio, dopo aver condotto per quasi tutta la partita. Va in gol Fortini che regala allo Sporting l’occasione di festeggiare il primo punto del minicampionato di Eccellenza ma che sarebbero potuti essere tre se avesse mantenuto un po’ di più la concentrazione.

Girone B ricco di gol dell’Eccellenza Laziale. Sono stati rispettati la maggior parte dei pronostici con le “superpotenze” Unipomezia e Lupa Frascati che si confermano mattatrici del campionato. E lottano punto a punto sognando la Serie D.

Francesco Liotta

In this article

Join the Conversation