Unipomezia, il derby con l’Indomita tra sé e il 1° posto finale

169
169

Girone B: il punto

Unipomezia, il derby con l’Indomita tra sé e il 1° posto finale

Tre punti necessari da ottenere nella propria città per tenere a bada la Lupa Frascati: e difendere il sogno di essere tra le prime tre regine play-off del Lazio

 

Altri capovolgimenti di fronte nel girone B, che definire combattuto è un’utopia, anche se comincia ad avere dei contorni molto più definiti.

Torna capolista l’Unipomezia dopo la grande vittoria per 5 a 1 contro il Campus Eur, frutto di una prestazione individuale clamorosa della squadra allenata da Foglia Manzillo.

Partita mai in discussione, con i pometini in vantaggio già dopo 4 minuti grazie al gol di De Marco, e che già alla fine del primo parziale sarà sul 3 a 0.

Da segnalare su tutti le prestazioni di Rossi, autore di una doppietta, e di Massella autore di un gol ma vitale nell’espressione di squadra grazie al suo perfetto gioco aereo che ha sempre mandato in crisi la difesa capitolina.

Una vittoria che permette all’Unipomezia di tornare prima in virtù del turno di riposo osservato dalla Lupa Frascati. Una vicenda che si deciderà all’ultima giornata col classico “corto muso” tornato in auge tra gli allegriani.

Perde, invece, la corsa al primo posto quella che fino a domenica era l’outsider della classifica, l’Anzio che pareggia 2 a 2 contro il Centro Sportivo Primavera. Un derby e una contesa dalle mille emozioni che ha regalato il pareggio agli anziati solo nel recupero, grazie a Falessi. Da segnalare anche lo stupendo gol di Romani che ha firmato il 2 a 1 per il Centro Sportivo Primavera, segnato direttamente da calcio d’angolo!

Scendendo un altro po’ in classifica troviamo l’Astrea che vince in casa 3 a 2 contro il Gaeta. Una partita decisa solo negli ultimi minuti, col Gaeta che sciupa due volte il vantaggio, facendosi raggiungere e superare dai biancocelesti ministeriali. E in particolar modo da Di Curzio, che ha segnato il gol del momentaneo 1 a 1 poi il rigore decisivo in pieno recupero.

Lascia la coda della classifica il Falaschelavinio che batte per 4 a 2 l’Indomita Pomezia in una gara dalle mille emozioni. Neroni è salito alla ribalta e sugli scudi con una tripletta. Un bottino che ha permesso alla compagine nettunense di tenere a distanza l’Indomita, brava, per due volte, a recuperare lo svantaggio.

Scende all’ultimo posto lo Sporting Ariccia che nella sfida esterna, giocata venerdì, a Tor Sapienza, perde 3 a 2. Esito che conferma il periodo non eccellente, per la difesa della squadra dei Castelli.

Un girone eccezionale il B, che ci terrà incollati fino alla fine, a 90’ dalla fine del campionato la sfida per i playoff è apertissima.

Francesco Liotta

In this article

Join the Conversation